Approvato il Piano forestale particolareggiato di Is Cannoneris

18 Settembre 2020
Pinete (pino domestico) e leccete  di Is Cannoneris

Con determinazione n. 3291 del 04.08.2020 dello S.T.I.R. di Cagliari del Corpo forestale di vigilanza ambientale, ai sensi della normativa regionale (L.R. 1/2019, L.R. 8/2016 ) e nazionale (D.L. 34/2018 e L. 241/90) è stato approvato il Piano forestale particolareggiato della foresta demaniale di Is Cannoneris.

ALCUNI DATI

La foresta di Is cannoneris si estende per circa 4.700 ettari e viene gestita dall’ Agenzia Forestas nel complesso forestale di Gutturu Mannu, del Servizio territoriale di Cagliari. 
Il Piano approvato propone interventi di vario tipo (salvaguardia e tutela del bosco, produzioni forestali, gestione forestale e turistica) che interesseranno il  6% dell'intera superficie. 

Il piano di gestione forestale ha validità per il periodo 2020/2029 e oltre a interessare i comuni di Domus de Maria, Pula, Sarroch e Villa S. Pietro, fa parte del neoistituito Parco naturale regionale di Gutturu Mannu (L. R. 24 ottobre 2014, n. 20) e di diversi SIC, ZPS; ricade inoltre nel Parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna.

Obiettivi di gestione

  • Salvaguardia ambientale e del paesaggio, delle specie e degli habitat di interesse conservazionistico (in particolare di interesse comunitario);
  • Produzione di sughero e legna da ardere attraverso criteri selvicolturali sostenibili.
  • Sviluppo turistico ed in particolare del turismo escursionistico.
  • Altre produzioni del bosco e dei sistemi silvopastorali, soprattutto per quanto riguarda la zootecnica.
  • Gestione oculata dell'equilibrio nelle relazioni tra fauna e foresta, in particolare per quanto concerne gli ungulati.
  • Sviluppo occupazionale

Funzioni prevalenti, orientamenti gestionali e Comprese

Sulla base del quadro conoscitivo acquisito con le descrizioni di campo, gli studi di settore, raccolta e analisi dati, è stato possibile definire gli indirizzi gestionali per singola sottoparticella forestale.  

La definizione degli indirizzi è avvenuta attraverso i seguenti passaggi:

  • definizione della funzione prevalente della sottoparticella e dell'orientamento gestionale;
  • definizione delle classi colturali (comprese);
  • definizione del piano degli interventi

Funzioni prevalenti

"La funzione del bosco è un concetto divenuto di uso corrente nella letteratura forestale e nella pratica per indicare le prestazioni fornite regolarmente dal bosco a favore del benessere dell'uomo e degli effetti bio-ecologici che si producono nell'ecosistema bosco sia a livello di stazione sia di ambiente.

Tutte le funzioni del bosco intese in questo senso portano benefici o contemporaneamente benefici e costi e hanno effetto dal punto di vista sociale.  Una mera suddivisione in funzione produttiva, protettiva, ricreativa, ecc., non soddisfa la natura delle funzioni del bosco ed è priva di senso [Bruenig 1986].

Questo concetto, beninteso, vale dal bosco verso l'uomo.

La funzione prevalente esprime il tipo di ruolo assegnabile alla sottoparticella forestale (produzione di legname, protezione idrogeologica, ricreativa,....), tenendo sempre conto di tutte le altre possibili funzioni che ciascuna formazione può svolgere e dell’eventuale presenza di fattori limitanti.

Le particelle con prevalente funzione produttiva svolgono contemporaneamente anche la funzione protettiva nei confronti dell’erosione e del dissesto idrogeologico; allo stesso modo la presenza di aree protette o di formazioni di particolare interesse naturalistico o faunistico, non esclude a priori ogni possibilità di intervento.

ALTRE CONSIDERAZIONI GENERALI

La funzione di produzione. Il termine “produttivo” va inteso in senso generico, poiché gli interventi non sempre saranno a macchiatico positivo dato che la loro esecuzione non è legata solo a finalità produttive, ma anche ad esigenze di carattere colturale, spesso poco remunerative.

La funzione di protezione idrogeologica è riservata a tutte le formazioni con evidenti limiti stazionali, che svolgono un importante ruolo di prevenzione da dissesti.

La funzione naturalistico-conservativa è assegnata a foreste, che rivestono particolare importanza per la presenza di emergenze ambientali (fauna, flora) o la fragilità degli ecosistemi.

La funzione di ricostituzione ecologica è assegnata a formazioni forestali che necessitano di una fase di “riposo colturale” o di “attesa senza interventi”. 

La funzione ricreativa scientifica-didattica qualifica boschi di particolare importanza per l'attività scientifica e didattica.  La funzione di gestione speciale è assegnata a soprassuoli oggetto di ricerca e sperimentazione da parte di centri di ricerca.

La funzione zootecnica è assegnata comprensori che rientrano nei sistemi silvo-pastorali

Orientamenti gestionali

L’orientamento gestionale delinea gli obiettivi che si intendono perseguire nel medio e lungo periodo attraverso le forme di intervento definite a livello di compresa e sono:

  • Proseguimento e/o ripristino del governo a ceduo;
  • Conversione dei cedui in fustaia;
  • Evoluzione naturale guidata o Evoluzione naturale libera;
  • Rinaturalizzazione;
  • Coltivazione della Sughereta mista. 

Le "Comprese"

Il compito del Piano di Gestione è quello di ripartire, nel tempo e nel migliore dei modi, gli sforzi per soddisfare le esigenze colturali delle foreste.  Nella stessa compresa (cioè classe colturale) sono stati inseriti i boschi accomunati da specifiche scelte, obiettivi gestionali e destinazioni evolutive.

Alcune comprese sono di tipo inattivo:  in questi casi l'omissione di intervento (o al più qualche intervento minimale in situazioni speciali) rappresenta il modo migliore per raggiungere gli obiettivi prefissati.  
La scelta delle comprese di seguito elencate corrisponde all'obiettivo gestionale ottenere soprassuoli più naturali ed in equilibrio con l’ambiente circostante, capaci di conservare ed incrementare l’attuale livello di biodiversità:

  1. Cedui di leccio e altre sclerofille mediterranee
  2. Formazioni auto ed eteroprotettive
  3. Formazioni in riposo colturale
  4. Fustaia di conifere e miste con latifoglie da rinaturalizzare
  5. Fustaie di leccio
  6. Sistemi silvo-pastorali
  7. Sugherete 
  8. Turistico-ricreativa e didattica
Condividi:

Notizie ed eventi

19 Ottobre 2020

Forestas conduce in Sardegna una nuova campagna scientifica per la tutela della Trota mediterranea ( Salmo cettii ) finanziata dalla UE. Con nuove attrezzature acquistate è partito il campionamento genetico in Ogliastra e nel...

15 Ottobre 2020

Sembra un romanzo d'avventura, ma è una storia vera: Kronos è un piccolo grifone nato in cattività...ma capace di prendere il volo e conquistare la sua libertà, vagando sulle Alpi e attraversando il Mediterraneo...

15 Ottobre 2020

Dopo gli ottimi risultati del precedente progetto, arrivano in Sardegna nuovi finanziamenti LIFE: proseguiranno sino al 2026 le azioni per riportare il Grifone in tutta la Sardegna e consolidare i risultati...

14 Ottobre 2020

In occasione del 20° anniversario della firma della Convenzione europea del paesaggio a Firenze ( 20 ottobre 2000 ) UNISCAPE ha organizzato per i prossimi 16 -17 ottobre una conferenza...

13 Ottobre 2020

Il contributo dell'Agenzia alla settimana nazionale della protezione civile, online un contributo su Prevenzione Antincendio tra interventi silcocolturali e pianificazione delle risorse ai fini AIB ...

12 Ottobre 2020
FInalmente i lavori stanno per partire

La complessa macchina organizzativa, messa in campo da Forestas per la realizzazione di migliaia di chilometri di sentieri escursionsitici e ciclo-escursionsitici (MtB) in Sardegna, finanziata dalla UE con i...

08 Ottobre 2020

Un breve riepilogo delle principali sfide del progetto, e sui passi sin qui compiuti nella cooperazione transfrontaliere extra UE che vede Forestas capofila per varie azioni di Ricerca Applicata sui sistemi agroforestali ed, in...

07 Ottobre 2020

Anche sui molteplici versanti del Monte Linas , dopo un anno di rilievi puntuali, studi cartografici e catastali, sopralluoghi e verifiche sul campo, sono state completate le prime due fasi della complessa progettazione...

06 Ottobre 2020

L’Agenzia Forestas per il periodo 2020-2023 sarà il soggetto attuatore per la Sardegna del progetto For. Italy , che rappresenta il primo ed importante risultato della cooperazione interistituzionale attivata grazie al “ Testo...

02 Ottobre 2020

Alla fine degli anni Settanta il condor della California ( Gymnogyps californianus ) gigante alato che dominava i cieli del Nord America da migliaia di anni, ha rischiato di scomparire per sempre. La specie...

30 Settembre 2020

Concluso l'iter di valutazione delle richieste dell'ACI per lo svolgimento dell’evento sportivo motorizzato in programma dal giorno 8 al 11 ottobre 2020 . L'atto di assenso è stato condizionato al rispetto di alcune prescizioni,...

29 Settembre 2020

In data odierna è stato pubblicato l' elenco delle DOMANDE AMMESSE con riserva per la partecipazione...