Volpoca

Volpoca
Origine zoogeografica:
Eurocentroasiatico-mediterranea
Areale di distribuzione:
Specie distribuita in Asia centrale e in Europa. La popolazione nidificante italiana ha subito nell’ultimo ventennio un aumento sensibile passando da circa 10-20 coppie negli anni 1983-1990 a 99-129 coppie nel 2000. Presente in Italia nel Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Puglia, Sardegna e Emilia Romagna. Un tempo in Sardegna la Volpoca si poteva trovare in gran numero, spesso nidificante (Figlioli, 1890), mentre ai giorni nostri nidifica sporadicamente ed in coppie isolate. Si tratta principalmente di una specie svernante e con un esiguo numero di individui.
Identificazione:
Anatra di media grandezza. Lunghezza di 60 cm, un’apertura alare 100-125 cm ed un peso che oscilla tra i 640-1300 g. La colorazione è nera con riflessi verde metallico sul capo e sul collo contrastanti con il resto del corpo; petto e ventre bianchi, con una banda marrone rugginosa intorno alle parti anteriori. Il dorso è bianco e nero con specchio alare marrone; le zampe sono rosee ed il becco rosso. Vistosa prominenza (bitorzolo) rossa alla base del becco presente nei maschi. I giovani hanno una colorazione bruno cenere, con gola e faccia biancastre.
Habitat:
Specie gregaria, frequenta le coste fangose, paludi basse e salmastre, talvolta l’entroterra. Si nutre essenzialmente di invertebrati acquatici (Molluschi e Artropodi), occasionalmente di semi e piante acquatiche.
Riproduzione:
La riproduzione avviene tra maggio e luglio. Normalmente vengono deposte dalle 8 alle 10 uova. Nidifica in gallerie sotterranee ad esempio nelle vecchie tane dei conigli e delle volpi, in mezzo alla vegetazione, nei manufatti in disuso. I luoghi idonei alla nidificazione sono le zone umide costiere, le saline, le lagune.
Status di conservazione:
Specie minacciata a livello regionale, vulnerabile a livello nazionale.
Fattori di minaccia:
Bracconaggio, alterazione degli habitat, raccolta di uova e pulcini, probabile competizione trofica diretta con il Fenicottero.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna (legge 503/1981, allegato II); L.R. 23/98.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Tadorna tadorna
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • Il lodolaio eurasiatico (Falco subbuteo Linnaeus, 1758) o semplicemente lodolaio , è un rapace della famiglia Falconidae; recentemente è stata rilevata la sua presenza anche in...
    E’ un piccolo rapace con ali lunghe a falce e la coda corta e squadrata. Vola a poche decine di metri dal suolo, tra planate e vertiginose picchiate all’inseguimento delle prede...
  • Specie di medie dimensioni, misura circa 30 cm e risulta più piccola e più scura rispetto al Colombaccio, dal quale si distingue per l’assenza del colore bianco sulle ali e sul...
  • Sessi simili con il maschio leggermente più grande della femmina. Le sue dimensioni si attestano intorno ai 45 cm di lunghezza con un’apertura alare si circa 80-92 cm. Piumaggio...
  • È una farfalla di piccole dimensioni, con un’apertura alare di 28-36 millimetri, ma molto vistosa. Il maschio possiede ali superiormente di color azzurro-violetto con un elegante...
  • Nei primi 3 anni di vita la specie ha una lunghezza del carapace di circa 50 cm. e un peso di circa 18 Kg., tra i 4 e i 5 anni ha un carapace lungo circa 60 cm. e un peso medio di...
  • Si tratta di un serpente della famiglia dei Colubridi , frequente incontrarlo nelle campagne e nei giardini, sia in terreni rocciosi, secchi e soleggiati, sia in luoghi più umidi...
    Si tratta di una specie di medie dimensioni che solitamente non raggiunge i 150 cm di lunghezza, con il corpo slanciato, capo ovoidale e ben distinto dal corpo, occhi grandi con...
  • Una delle specie di rapaci minacciate di estinzione in Sardegna. Nidificante, attualmente, solo nell'area nord dell'Isola: dal Goceano alla Nurra , passando per il Marghine-...
    Il Nibbio reale è facilmente riconoscibile per la colorazione rossiccia del piumaggio, con il centro delle penne nerastro ed il bordo fulvo. Corpo e parte anteriore dell’ala...
  • Si tratta di un Colubride col corpo snello, che può raggiungere i 200 cm negli esemplari maschi, molto elegante sia come portamento sia come flessuosità di movimento. Gli adulti...
  • Il ragno vespa ( Argiope fasciata ) è specie abbastanza comune, chiamato così per la colorazione dell'addome giallo-nero che lo rende simile alle vespe. Viene anche chiamato...
    Il nome deriva dal greco: argós che significa lucente. Lucente è il suo addome (è argenteo e bianco) con tante macchie rosse e bianche. Le zampe sono lunghe con chiazze scure e...
  • L’adulto, che ha un’apertura alare di 65-85 millimetri, ha il corpo e le ali anteriori di colore crema con bande biancastre. Le ali posteriori, più scure, hanno una larga banda di...
  • È uno sfingide piccolo, con un’apertura alare di 50 millimetri. Le ali anteriori sono brune con linee ondulate nere, mentre quelle posteriori sono arancioni. Il bruco, di un...