Balente, Sandalia e Rosaemonte spiegano le ali

03 Giugno 2008
Gipeto

La Sardegna riabbraccia il gipeto
Un evento naturalistico storico si è compiuto: a 30 anni dall’avvistamento dell’ultimo esemplare, il Gipeto è tornato nei monti della nostra Isola. E questo grazie ad un’iniziativa fortemente voluta dagli Assessorati all’Ambiente delle province di Nuoro ed Ogliastra in sinergia con l’Ente Foreste della Sardegna e il Corpo Forestale. Il personale dell’Ente Foreste assicura un indispensabile contributo per la realizzazione del progetto, dagli aspetti tecnici a quelli materiali più in generale, compresi gli aspetti logistici e di monitoraggio.

Il “ Progetto Gipeto” è iniziato circa 4 anni fa con una capillare opera di sensibilizzazione che ha coinvolto tutte le comunità del territorio ed in particolare le scuole poiché una corretta informazione dovrebbe partire proprio da coloro che nei prossimi anni potranno vedere i risultati di un lavoro così delicato ed importante. E loro, i bambini, hanno scelto i nomi dei primi 3 esemplari che a mezzogiorno di domenica 25 maggio hanno assaporato il piacere della libertà: Rosaemonte (identificato nella scheda di marcatura con Sardinia 1), Balente (Sardinia 2) e Sandalia (Sardinia 3). I tre pulli hanno circa tre mesi di età e ancora non sono in grado di volare, per cui avranno bisogno di circa un mese per l’acclimatamento e per il raggiungimento della maturità che consentirà loro di spiccare i primi voli.

La fase della liberazione è stata preceduta da quella della marcatura (decolorazione di alcune penne remiganti e timoniere) poiché è molto importante per riconoscere, anche a vista, ogni singolo uccello messo in libertà. Fase che è stata possibile seguire dal vivo grazie alla perizia e alla pazienza dei tecnici italiani, austriaci e tedeschi che hanno operato in pubblico per la gioia di bambini, adulti, fotografi e tv.

Una giornata speciale
In questa speciale giornata un doveroso spazio è stato dedicato ai rappresentanti della regione ed a quelli delle associazione e degli enti che hanno reso possibile il progetto: Carlo Murgia, Direttore Scientifico del programma, ha sottolineato l’importanza di una corretta informazione per scongiurare gesti sconsiderati che potrebbero vanificare il lavoro di anni. La speranza è che si arrivi alla naturale conclusione del progetto con la riproduzione in natura delle specie, prevista in circa 10 anni, attraverso varie operazioni di rilascio.
L’Assessore al Lavoro Romina Congera ha messo invece in evidenza le importanti ricadute occupazionali derivanti dal turismo ambientale. Erano inoltre presenti il prefetto di Nuoro ed il presidente della Fondazione Internazionale del gipeto, Paolo Fasce, che ha auspicato alla Sardegna lo stesso successo già avuto dal progetto di reintroduzione nelle Alpi.

L’Ente Foreste seguirà tutte le successive fondamentali fasi di controllo, monitoraggio e alimentazione.

Documenti correlati
Marcature di riconoscimento gipeti sardi e spagnoli [file .pdf]

Per maggiori informazioni sul progetto internazionale
Atti del Convegno internazionale sul gipeto. Cuneo 18–19/11/2005
Notizie sull’attività della Fundacion Gypaetus
Fondazione Pro Gipeto
Fondazione internazionale per la Conservazione del Gipeto

Condividi:

Notizie ed eventi

12 Aprile 2024

Disponibile il programma. L’evento si terrà a Roma il 12 Aprile 2024. Si potrà seguire anche in streaming sul web. Pubblicata la proposta di CARTA DEI PRINCIPI per la gestione dei Demani Forestali...

14 Febbraio 2024

Si informano gli interessati che a causa di un problema tecnico alla centrale telefonica non è possibile contattare telefonicamente gli uffici della sede del Servizio di Sassari .

Il Servizio si sta...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...

10 Aprile 2024

ANARF nel proprio sito ha reso pubblica la (proposta di) Carta dei Principi per la gestione sostenibile delle Foreste Demaniali che verrà discussa nel convegno del 12 Aprile 2024 organizzato a Roma in...

30 Marzo 2024

Altri 21 grifoni sono sbarcati nei giorni scorsi a Porto Torres provenienti dalla Spagna per diventare protagonisti del progetto LIFE Safe for Vultures , che mira ad assicurare la presenza e il benessere a lungo termine della...

28 Marzo 2024

Nella Strategia forestale dell’UE per il 2030 , la gestione forestale come un insieme di pratiche orientate a foreste multifunzionali - sia di conservazione della biodiversità e degli stock di carbonio , sia di...

28 Marzo 2024

Si svolgerà in Sardegna, tra Seneghe , Nuoro , Orgosolo e Bono - presumibilmente nel mese di maggio 2025 - con focus sulla gestione selvicolturale dei boschi a prevalenza di...

21 Marzo 2024

La Giornata Internazionale delle Foreste si celebra ogni 21 marzo e rappresenta un momento fondamentale per...

20 Marzo 2024

Se ne parlerà mercoledì 20 marzo , a Tempio Pausania - in previsione della Giornata Internazionale delle Foreste (che ricorre il 21 marzo di ogni anno)...

18 Marzo 2024

Partiranno a breve gli interventi finanziati da fondi UE con il progetto a cura di Forestas, a protezione degli habitat del campo dunale del litorale di Arborea e dello stagno di S'ena arrubia ...

13 Marzo 2024
Caduta massi lungo la strada sterrata da Campu Omu a Maidopis

Con le piogge registrate tra il 9 e il 10 marzo nel territorio del complesso forestale di Sette Fratelli nel Comune di Sinnai , si è verificata la...