Un'intesa a tutela della biodiversità

03 Luglio 2008
Cymbalaria aequitriloba

Venerdì 6 Giugno 2008 si è svolto a Oliena presso l’auditorium della scuola media statale l’incontro su “La conservazione e gestione della biodiversità vegetale nel territorio del Supramonte”. All’incontro hanno partecipato i comuni di Oliena, Orgosolo Urzulei e Dorgali, docenti e ricercatori universitari del Dipartimento di scienze Botaniche dell’Università di Cagliari, i rappresentanti del Centro nazionale di Biodiversità forestale del Corpo Forestale dello Stato, Presidente e funzionari dell’Ente Foreste, appassionati e curiosi.

Al centro dell’iniziativa la sfida della conservazione e gestione della ricchezza floristica del territorio del Supramonte, territorio che ospita un consistente contingente di specie esclusive, endemiche, rare o comunque di interesse fitogeografico.
Nel corso dei lavori sono emersi alcuni elementi strategici ai fini di un approccio gestionale corretto ed efficace quali:
- il coinvolgimento delle popolazioni locali;
- la disponibilità di informazioni e studi specifici sull’area, raccolti da ricercatori, esperti ed appassionati, relativi alle specie presenti, alla loro distribuzione, alla consistenza delle popolazioni, ai fattori di minaccia, etc.
- l’intervento di strumenti di tipo normativo e regolamentare finalizzati all’adozione di misure di gestione, valorizzazione e tutela;
- l’azione sinergica degli Enti preposti al governo e alla gestione del territorio, come i comuni e l’Ente Foreste della Sardegna e ancora degli Enti di ricerca competenti, che insieme possono svolgere un ruolo chiave nella sfida attraverso l’elaborazione, la predisposizione e l’attuazione di specifiche metodologie, misure ed azioni.

La firma del Protocollo d'intesa

In questo contesto è stato firmato il protocollo d’intesa tra l’Ente Foreste della Sardegna, rappresentato dal suo Presidente, Carlo Murgia, il dipartimento di Scienze Botaniche dell’Università di Cagliari e il Centro nazionale di Biodiversità forestale del Corpo Forestale dello Stato.

Attraverso questo protocollo i contraenti si sono impegnati a porre in campo le proprie risorse e competenze specifiche con diversi obiettivi tra cui:
1. l’individuazione e la selezione di alcune specie forestali della Sardegna in base ai criteri basati sull’interesse conservazionistico e produttivo;
2. lo studio dal punto di vista autoecologico e biosistematico delle entità critiche e a più alto rischio d’estinzione;
3. la predisposizione di una strategia a medio e lungo termine per la conservazione del germoplasma relativo alle entità endemiche, rare o in pericolo d’estinzione dei territori gestiti direttamente dall’Ente Foreste della Sardegna;
4. L’individuazione delle specie forestali da comunicare al MIPAAF ai sensi della normativa CE/1999/205;
5. l’individuazione delle regioni di provenienza ai sensi della normativa nazionale (Dec. Lgs 386/2003);
6. la formazione del personale dell’Ente Foreste addetto alla raccolta ed all’estrazione del seme dai frutti materiali;
7. la raccolta e la conservazione a scopo di ricerca e di moltiplicazione delle specie di interesse;
8. la collaborazione tra i cofirmatari e le strutture vivaistiche dell’Ente Foreste per la moltiplicazione, certificazione e gestione del germoplasma di specie autoctone d’interesse forestale, ai sensi D. Lgs. 386/03.

Le parti si sono impegnate inoltre a:

- Presentare progetti locali, nazionali e internazionali, aventi come finalità la conservazione in situ ed ex situ del germoplasma vegetale autoctono, nonché la conservazione degli habitat indicati nella rete Natura 2000.
- Procedere di comune accordo alla difesa e al recupero dei taxa forestali endemici, rari e/o minacciati o comunque di particolare interesse fitogeografico attraverso attività di conservazione e monitoraggio in situ e di conservazione del patrimonio genetico ex situ presso le strutture della Banca del Germoplasma della Sardegna (BG-SAR) e del Centro Nazionale per la Biodiversità Forestale (CNBF) di Peri (VR).
- Divulgare i progetti e i susseguenti risultati scaturiti dall’accordo sottoscritto attraverso convegni, pubblicazioni scientifiche e altri mezzo di divulgazione.

Questa iniziativa conferma e rafforza le politiche dell’ Ente Foreste della Sardegna per la conservazione della Biodiversità dichiarate con l’adesione al Countdown 2010 e ancora rivolte all’adeguamento della propria attività vivaistica alle nuove esigenze di conservazione, nonché alle norme sulla produzione e la commercializzazione delle specie forestali.

 

 

Condividi:

Notizie ed eventi

12 Aprile 2024

Disponibile il programma. L’evento si terrà a Roma il 12 Aprile 2024. Si potrà seguire anche in streaming sul web. Pubblicata la proposta di CARTA DEI PRINCIPI per la gestione dei Demani Forestali...

14 Febbraio 2024

Si informano gli interessati che a causa di un problema tecnico alla centrale telefonica non è possibile contattare telefonicamente gli uffici della sede del Servizio di Sassari .

Il Servizio si sta...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...

10 Aprile 2024

ANARF nel proprio sito ha reso pubblica la (proposta di) Carta dei Principi per la gestione sostenibile delle Foreste Demaniali che verrà discussa nel convegno del 12 Aprile 2024 organizzato a Roma in...

30 Marzo 2024

Altri 21 grifoni sono sbarcati nei giorni scorsi a Porto Torres provenienti dalla Spagna per diventare protagonisti del progetto LIFE Safe for Vultures , che mira ad assicurare la presenza e il benessere a lungo termine della...

28 Marzo 2024

Nella Strategia forestale dell’UE per il 2030 , la gestione forestale come un insieme di pratiche orientate a foreste multifunzionali - sia di conservazione della biodiversità e degli stock di carbonio , sia di...

28 Marzo 2024

Si svolgerà in Sardegna, tra Seneghe , Nuoro , Orgosolo e Bono - presumibilmente nel mese di maggio 2025 - con focus sulla gestione selvicolturale dei boschi a prevalenza di...

21 Marzo 2024

La Giornata Internazionale delle Foreste si celebra ogni 21 marzo e rappresenta un momento fondamentale per...

20 Marzo 2024

Se ne parlerà mercoledì 20 marzo , a Tempio Pausania - in previsione della Giornata Internazionale delle Foreste (che ricorre il 21 marzo di ogni anno)...

18 Marzo 2024

Partiranno a breve gli interventi finanziati da fondi UE con il progetto a cura di Forestas, a protezione degli habitat del campo dunale del litorale di Arborea e dello stagno di S'ena arrubia ...

13 Marzo 2024
Caduta massi lungo la strada sterrata da Campu Omu a Maidopis

Con le piogge registrate tra il 9 e il 10 marzo nel territorio del complesso forestale di Sette Fratelli nel Comune di Sinnai , si è verificata la...