Tavolo di filiera del tartufo

01 Agosto 2016

Argomenti e questioni affrontate al Ministero
1. normativa quadro in materia di raccolta, coltivazione e commercio dei tartufi freschi e conservati destinati al consumo;
2. trattamento fiscale dei tartufi a livello europeo;
3. Istituzione del tavolo di filiera del tartufo con specifico provvedimento ministeriale;
4. Predisposizione di un piano di settore del tartufo.

Posizione e ruolo di Fo.Re.S.T.A.S.
L'Agenzia Forestas, in un momento di particolare congiuntura economica e di maggiore competitività, anche nel settore turistico, da parte di altri paesi, ritiene opportuno puntare su una maggiore identità locale dei prodotti della nostra terra (i cosiddetti prodotti di nicchia provenienti dal Bosco).
Al fine di acquisire elementi sulla possibile valorizzazione economica dei prodotti sardi, tra i quali senz’altro il tartufo, l'Agenzia è intervenuta all'incontro manifestando la volontà di aderire formalmente al tavolo di filiera del tartufo, che nei prossimi mesi sarà istituzionalizzato con apposito decreto del Ministro e che conterrà vari gruppi di lavoro (territorio – prodotto, alimento – filiera e fiscale).
L'Agenzia Forestas, di concerto con gli Assessorati Regionali Ambiente e Agricoltura, presenterà le proposte per l'elaborazione del Piano Nazionale di Settore del Tartufo per tutelare le specie autoctone rispetto ai prodotti a basso prezzo provenienti soprattutto dall'est europeo: occorre rilanciare, anche dal punto di vista commerciale una preziosa risorsa locale che può avere positive ricadute sull'economia dell'entroterra.

Alcune criticità del settore
- definire un calendario nazionale di raccolta;
- redigere le carte vocazionali per ogni regione;
- prevedere ulteriori misure tese a garantire la tracciabilità, e la relativa certificazione, del prodotto fresco e di quello trasformato;
- riformare la disciplina inerente gli aspetti fiscali e quelli relativi all'etichettatura.

Per tutto ciò, nei prossimi mesi, l'Agenzia Forestas avvierà un monitoraggio degli impianti artificiali e naturali presenti nelle aree, a qualunque titolo gestite, che fornirà uno spaccato della realtà tartuficola regionale e costituirà, altresì, la base dati dalla quale partire per pianificare le politiche di rilancio del prodotto tartufo nel rispetto dei criteri previsti dalla gestione sostenibile, che già si applicano all'importante patrimonio forestale amministrato.

Condividi:

Notizie ed eventi

20 Aprile 2021

Ha preso il via presso il vivaio Santu Loisu di Sorgono l'indagine sulle problematiche fitopatologiche dei vivai forestali gestiti dall'Agenzia Forestas.

Il progetto, in collaborazione con Agenzia...

19 Aprile 2021

I due bandi pubblicati lo scorso 21 dicembre sono stati ampliati e riaperti: sarà possibile presentare domante, per chi non l'avesse già fatto, sino al prossimo 19 maggio 2021.

14 Aprile 2021

La conferenza finale di INCREDIBILE si terrà online nelle giornate del 15 e 16 aprile 2021 .

Esplorerà e racconterà i risultati del progetto con un'enfasi speciale sulle iniziative chiave e sui ...

15 Aprile 2021

L’ Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Agenzia Forestas è operativo, sperimentalmente da oggi, anche su WhatsApp e TELEGRAM .

In questo particolare momento in cui l’accesso negli uffici è limitato, in applicazione dei protocolli anti-...

13 Aprile 2021

Forestas sta selezionando un biologo/naturalista esperto in pesca sportiva “ catch and release ” (C&R) per attuare un progetto di Tutela e gestione dei rifugi genetici della trota mediterranea in Sardegna

13 Aprile 2021

Si tratta di un ordinario taglio programmato di alcune piante pericolanti, programmato ed indifferibile per la sicurezza dei fruitori, come spiega l'Agenzia all'utente che aveva richiesto chiarimenti con una documentata segnalazione...

08 Aprile 2021

Nonostante l'emergenza Covid-19, è ripartito il 7 aprile il progetto " la Scuola nel Bosco " promosso da Forestas, Istituto scolastico e Comune di Dolianova...

06 Aprile 2021
SPLENDIDI PAESAGGI VENTOSI

Regione storica del Monte Acuto . Qui sughero e granito hanno rappresentato per anni la fonte economica di maggior rilievo: il territorio è ricco di boschi di leccio e principalmente querce da sughero...

03 Aprile 2021

Divieto di assembramento ed altre prescrizioni statali e regionali per il lockdown pasquale 2021 comportano in ogni caso l'impossibilità di fruire delle aree forestali demaniali destinate alla sosta e ai pic-nic dal 3 al...

30 Marzo 2021

Anche in Sardegna gli alberi di leccio ( Quercus ilex L.) sia nel verde pubblico che privato sono soggetti ad attacchi fungini che producono cancri corticali e decadimento strutturale del fusto: nei casi più...

29 Marzo 2021

Il 10 marzo 2021 è stato siglato tra le Agenzie regionali Forestas e Agris un accordo di collaborazione tecnico-scientifica per un progetto integrato, costruito grazie alle riunioni del Tavolo Tecnico per la difesa...

29 Marzo 2021

In questa pagina si rende disponibile la documentazione relativa a due ulteriori Piani Forestali Particolareggiati: quello del Supramonte ( Montes , Orgosolo) e di Is Cannoneris ( Gutturu Mannu , Domus de Maria e Teulada)...