La produzione vivaistica-forestale: dati e info aggiornati al 2023

12 Maggio 2023
Garden del vivaio Campulongu (foto Massimiliano Dessì)

Oltre 450.000 semi sono stati trasformati in nuove piantine anche quest'anno: semi che sono stati piantati, germogliando e poi sviluppandosi in piccoli alberelli pronti per la messa a dimora o per l'ulteriore accrescimento in vivaio.

I TEMPI DELLA NATURA e I NUMERI DELLA PRODUZIONE 

Tutto è avvenuto secondo i tempi della natura: la produzione dei semi negli alberi, la caduta e la successiva raccolta dal terreno, il germoglio (semenzale) che sbuca nelle vaschette di germinazione, poi rinvasato nelle fitocelle (sacchetti di nylon in cui le piante vengono coltivate per rendere più economico l'acquisto, il trasporto e l'impianto di piante giovani pronte da trapiantare in vaso o piena terra).

Tra autunno e primavera (stagioni di semina che variano da specie a specie) ogni anno la produzione dell'Agenzia Forestas si attesta intorno a questi numeri imponenti, che sommati alle giacenze stagionali porta la consistenza totale su base regionale ad oltre un milione di piante (varie specie e dimensioni).

Va anche detto che in passato la produzione era assai maggiore, supportata da una "domanda" legata ai grandi rimboschimenti della seconda metà del Novecento: in corrispondenza delle politiche di incentivazione a sostegno della attività di rimboschimento degli anni ’60 e ’70, il vivaio di Decimomannu (Bagantinus) - ad esempio - arrivò a produrre più di 3 milioni di piantine all’anno.

LA VITA NEL VIVAIO

La vita minima nel vivaio di questi nuovi "individui vegetali" varia tra i 6 e i 12 mesi (tempi di accrescimento dipendenti dalle specie coltivate).   L'utilizzo prioritaio è indirizzato alle esigenze dei progetti approvati, poi alla vendita al pubblico che ricerca in grandi quantità essenze (specie) tipiche sarde certificate attraverso la filiera dell'Agenzia.
Poi ci sono piante che vengono portate a maggiore crescita, attraverso ulteriori cicli di travasi in mastelli (contenitori circolari con capacità di 30 litri ed oltre, per il contenimento e la movimentazione di piante voluminose) che vengono utilizzati in circostanze particolari, anche in manifestazioni e per altre necessità istituzionali che richiedano la disponibilità di piante "grandi e gradevoli esteticamente".
Per le piante con grande accrescimento poi c'è la collocazione nel piantonaio (in arboricoltura, è la parte del vivaio dove si piantano gli arboscelli tratti dal semenzaio perché raggiungano lo sviluppo necessario per metterli a dimora) e nella bastardiera (parte del vivaio forestale riservata a trapianti o innesti in cui sono coltivate le piante di grandi dimensioni, di oltre 3 anni) dei vivai regionali (fino alle dimensioni più grandi in cui la pianta, per ulteriore accrescimento o conservazione, viene direttamente messa a dimora).

Sono ben 215 le specie coltivate 

Il quadro completo è offerto nel file allegato che, oltre alle quantità totali su scala regionale, permette di osservare tipologie di specie e quantità disponibili in ciascun vivaio, anche con riferimento alla tipologia e dimensione fitocella/vaso

Condividi:

Notizie ed eventi

10 Maggio 2024

Il personale Forestas li ha trasportati nella voliera di pre-ambientamento a Cea Romana, mentre le videocamere ed i sensori GPS installati dall’Agenzia testimoniano quotidianamente i movimenti e le abitudini dei grifoni rilasciati lo scorso 9...

08 Maggio 2024
Esiti del test di utilizzo da parte dei fruitori (come previsto dall'allegato H del regolamento regionale per i "sentieri per tutti")

Il regolamento regionale anche in questo aspetto è assai innovativo : e quindi come era previsto, il Comune di...

21 Maggio 2024

Workshop sulle potenzialità del silvopastoralismo : per aumentare la resilienza del territorio. Esperti dalla Catalogna presenteranno pratiche su riduzione rischio incendi . A seguire, visita...

02 Maggio 2024

Si trova nel bosco Seleni (Lanusei) e sarà inaugurato lunedì 6 maggio il primo sentiero "realmente accessibile" secondo le specifiche norme regionali approvate nel 2024 dalla...

30 Aprile 2024

Il 12 aprile 2024 si è svolto, a Roma presso la Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) il convegno sui Demani Regionali e Strategia Forestale Nazionale ...

24 Aprile 2024

Come disposto dalla DGR n° 10/71 del 23.04.2024 , la Regione ha pubblicato l’Avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per...

11 Aprile 2024

Passi importanti nel bacino del Basso Flumendosa : Forestas ha posto in pre-accatastamento i tre nuovi percorsi tra Orroli e Nurri.

La RES cresce e raggiunge la parte centro-meridionale del Sarcidano-Barbagia di Seulo, un...

16 Aprile 2024
I GIORNI DEL GRIFONE NEL SUD SARDEGNA SONO ARRIVATI !

Nei giorni scorsi, sono finalmente iniziate le operazioni per il rilascio dei primi quindici grifoni nel sud Sardegna, a partire dalla base operativa presso il cantiere...

10 Aprile 2024

ANARF nel proprio sito ha reso pubblica la (proposta di) Carta dei Principi per la gestione sostenibile delle Foreste Demaniali che verrà discussa nel convegno del 12 Aprile 2024 organizzato a Roma in...

30 Marzo 2024

Altri 21 grifoni sono sbarcati nei giorni scorsi a Porto Torres provenienti dalla Spagna per diventare protagonisti del progetto LIFE Safe for Vultures , che mira ad assicurare la presenza e il benessere a lungo termine della...

28 Marzo 2024

Nella Strategia forestale dell’UE per il 2030 , la gestione forestale come un insieme di pratiche orientate a foreste multifunzionali - sia di conservazione della biodiversità e degli stock di carbonio , sia di...

28 Marzo 2024

Si svolgerà in Sardegna, tra Seneghe , Nuoro , Orgosolo e Bono - presumibilmente nel mese di maggio 2025 - con focus sulla gestione selvicolturale dei boschi a prevalenza di...