Lingua di cane (Cinoglossa)

Lingua di cane

Nota anche con i nomi di “lingua di cane”, “erba vellutina”, “cinoglosso” e “zerumola”, la Cinoglossa è una pianta spontanea biennale, con fusto peloso di colore verde chiaro, ramificato solo nella parte superiore. Pianta vascolare con fiori e semi, diffusa nelle regioni temperate e subtropicali sia dell'emisfero Nord che Sud.

Le foglie, di un colore tendente al grigio, sono lunghe, picciolate e cedevoli. 

I fiori hanno un caratteristico colore e crescono riuniti in grappoli. I colori dominanti della parte del fiore costituita da calice e corolla sono: blu, violetto o celeste.

frutti sono nucule uncinate, che a maturità sono durissime e si attaccano con facilità agli indumenti. 

Extra:

Questo genere è difficile da individuare.  Occorre quindi attenzione ed osservare sia rami fioriti che rami fruttificati, raccogliendo gli esemplari in stagioni differenti.

L’odore è nauseabondo, mentre il sapore è prima dolciastro, poi amarognolo. 

Nota sin dal XVI secolo impiegata come sedativo.

Corologia:
Areale limitato alle coste mediterranee
Fenologia:
fioritura marzo-giugno
Habitat:
Radure, garighe, pascoli. Bordi delle strade, terreni disturbati e rimossi, praterie sino a 1.300 m s.l.m.
Etimologia:
Il nome della pianta deriva dalle parole greche kyôn (cioè “cane”) e glôssa (ossia “lingua”), e si riferisce probabilmente alla caratteristica forma delle foglie.
Somiglianze e varietà:
Distribuito nelle regioni temperate e subtropicali sia dell'emisfero nord che dell'emisfero sud, il genere Cynoglossum annovera circa 65 specie, di cui sul territorio italiano, sono presenti dieci specie: C. cheirifolium L., C. clandestinum Desf., C. columnae Ten., C. creticum Miller, C. dioscoridis Vill., C. germanicum Jacq. C. megellense Ten., C. montanum L., C. nebrodense Guss., C. officinalis L
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Cynoglossum cheirifolium L.
Nome sardo:
Lingua de cani, Limba 'e gane
Flora:
Famiglia:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Albero molto longevo che può oltrepassare i 600 anni di età, l’Olmo campestre può raggiungere l’altezza di 30 metri di altezza. E’ molto ramificato, con chioma piramidale o...
  • Pianta arbustiva con fusto breve e tozzo, può raggiungere i 2-3 metri di altezza. Corteccia di
  • Pianta erbacea perenne, foraggera appartenente alla famiglia delle leguminose , che cresce spontanea in quasi tutti i paesi del bacino del Mediterraneo. Specie spontanea nel...
  • Comunemente chiamato Pino Austriaco, il Pinus nigra è un albero maestoso e sempreverde che ha generalmente tronco dritto e chioma densa piramidale. Può raggiungere i 20-30 metri...
  • Pianta alta 20-80 cm. , generalmente robusta, con fusto eretto, di colore brunastro, grigiastro o violaceo, senza vere foglie, ma con brattee guainanti dello stesso colore...
  • La quercia da sughero è un albero alto fino a 15 m , con chioma globosa, rada e piuttosto irregolare. Negli alberi isolati la chioma è espansa, tondeggiante e più compatta. Il...
  • Noto anche come Erba di S.Giovanni (o cacciadiavoli ) è un piccolo arbusto cespuglioso, piuttosto legnoso alla base, biennale o perenne...
  • Aromatica, perenne, suffruticosa, alta 30-50 cm, molto ramificata fin dal basso, con base lignificata. I fusti appena formati sono ricoperti da una peluria argentea. Presenza di...
  • Lo zafferano minore (o Croco ) è una specie endemica di Sardegna e Corsica, assai affine allo Zafferano vero ( Crocus sativus L.) pianta di origine asiatica che trova ampio...
  • Cespuglio basso e ramoso con rami alti fino a 1 m, peloso-ghiandoloso. Foglie a lamina ellittica, vischiose, sessili, con superficie grinzosa; margine ondulato; presenza di peli...
  • Piccolo arbusto aromatico ma poco appiccicoso, molto ramificato. Foglie ovali, picciolate, molto rugose e con peli su entrambe le pagine, verde-grigie, leggermente più chiare...
  • Albero sempreverde, alto 15-18 m, può raggiungere dimensioni maggiori in esemplari molto vecchi (nel Supramonte sardo è stata segnalata una pianta di 28 metri di altezza; Cabiddu...