Le articolazioni organizzative dell'Agenzia

Ultimo aggiornamento: 
07/06/2019

La struttura organizzativa dell' Agenzia Forestas prevede sette Servizi Territoriali, dislocati a  Cagliari, Iglesias, Oristano, Lanusei, Nuoro, Sassari, Tempio Pausania.

I Servizi Territoriali attuano, nell’ambito territoriale di pertinenza, le strategie deliberate dall’organo di indirizzo politico, secondo le direttive formulate dalla Direzione Generale.
Curano a livello territoriale le incombenze di carattere amministrativo-contabile, giuridico e gestionale, in raccordo con i Servizi Centrali incaricati delle corrispondenti linee di attività.
Sono, inoltre, competenti in materia di Sicurezza sul Lavoro secondo quanto previsto dal D. Lgs 81/2008 e secondo le prescrizioni Allegate all'atto organizzativo generale.

Il Servizio Territoriale, provvede inoltre ai trasferimenti del personale all’interno del servizio di competenza, e procede, all’attribuzione degli incarichi di: Responsabile di presidio forestale, Responsabile delle unità operative specializzate,  Caposquadra.

Articolazione dei Servizi Territoriali

Tutti i Servizi di livello dirigenziale che operano nei territori si articolano in:

  • Ufficio Amministrativo: cura a livello territoriale le incombenze di carattere amministrativo-contabile, giuridico e gestionale, in raccordo con i Servizi Centrali incaricati delle corrispondenti linee di attività; provvede inoltre al protocollo e all'archivio della documentazione; presidia le relazioni con il pubblico ed il centralino telefonico; cura i provvedimenti di entrata e spesa e la gestione del bilancio per il CdR (Centro di Responsabilità dirigenziale) di competenza, provvede agli acquisiti e cura i provvedimenti di concessione e vendita e la relativa fatturazione; cura l'inventario e la gestione del magazzino.
  • Ufficio Tecnico:  coordina l’attività tecnico-forestale in raccordo con la Direzione, attiva le campagne di prevenzione e lotta agli incendi e di protezione civile, sulla base degli indirizzi dei Servizi Centrali. Inoltre l’ufficio tecnico:  coordina e controlla i progetti forestali, cura la progettazione dei progetti speciali e ne coordina l'attuazione con i progetti forestali dei complessi; definisce le priorità produttive degli opifici allocati presso i complessi; cura i procedimenti relativi ai terreni; cura le pratiche autorizzatorie per i progetti e gli interventi affidati; definisce i programmi produttivi dei vivai del Servizio, collabora alle iniziative di educazione ambientale ed alle attività di monitoraggio, allevamento e recupero faunistico; cura la realizzazione e manutenzione ordinaria e straordinaria delle infrastrutture di pertinenza del Servizio, compresi fabbricati, strade ed opere idrauliche; gestisce revisione e assicurazione dei mezzi e la manutenzione, anche attraverso le officine interne.
  • un congruo numero di Complessi forestali nei quali sono individuati i Presidi Forestali e le Unità di competenza.

I Complessi Forestali

Assicurano la concreta realizzazione degli interventi programmati, attraverso la dotazione umana e strumentale assegnata.  Le aree di competenza dei servizi sono quindi, secondo lo statuto di Forestas, suddivise in Complessi forestali (aree vaste di carattere territoriale-geografico unitario a presidio di significativi ambiti tecnico-operativo-gestionali).  I comlpessi a loro volta, si articolano in:

  1. Presidi Forestali (PF), ambiti di gestione diretta da parte dell’Agenzia,
  2. Unità di Competenza (UC), ambiti di intervento non ricadenti all’interno dei PF, che assicurano la concreta realizzazione degli interventi programmati attraverso la dotazione umana e strumentale assegnata all’Agenzia.

Presso i servizi territoriali possono inoltre essere presenti unità organizzative specializzate (UOS).

Il personale del Complesso Forestale operano sia all’interno dei PF (ex cantieri forestali) che nelle Unità di Competenza (aree comunali esterne ai cantieri/foreste demaniali/aree in occupazione temporanea) del Complesso.

In particolare i complessi:

  • curano la progettazione e la direzione dei lavori forestali
  • collaborano alla realizzazione dei progetti speciali, mettendo a disposizione personale, materiali e mezzi;
  • curano la gestione amministrativa del personale, con il supporto dell'ufficio amministrativo del Servizio;

Agli uffici e ai complessi forestali è preposto un responsabile che assicura il coordinamento dell’attività.

Unità organizzative specializzate (U.O.S.)

Presso i Servizi Territoriali possono essere presenti unità specializzate (UOS) del tipo: vivai produttivi, autoparchi; centri fauna.
Queste unità sono coordinate, secondo le direttive formulate dalla Direzione Generale, attraverso l’Ufficio Tecnico del Servizio Territoriale.

Collaborazioni con Enti ed Istituzioni (art. 37 Legge Forestale)

L'Agenzia Forestas, secondo le previsioni dell'art. 37 della Legge Forestale, espone annualmente avvisi pubblici per ricevere le proposte di collaborazione su determinati interventi, secondo i CRITERI definiti con deliberazione dell'Amministratore Unico n. 83 del 12 ottobre 2017.

Collaborazioni con i Comuni per la gestione della Rete Sentieristica (capo III Legge Forestale)

L'Agenzia Forestas, secondo le previsioni delle D.G.R. n. 48/36 del 02 ottobre 2018 (e relativo allegato tecnico) nonchè della DGR n. 4/28 del 22 gennaio 2019 ha competenze aggiuntive  in materia di Rete dei Sentieri (ciclo-escursionistici) e delle Ippovie in tutto il territorio regionale.  Onorando tali compiti, la struttura tecnica della Direzione Generale, e gli uffici tecnici di ciascun servizio territoriale di Forestas, stanno:

  1. completando la recensione di tutti i sentieri pre-esistenti (per il successivo “accatastamento” nella Rete Regionale)
  2. facendo il quadro di tutti i sentieri realizzabili mediante i progetti regionali già finanziati da fondi della programmazione UE
  3. avviando capillarmente interlocuzioni con le Amministrazioni comunali e/o le Unioni dei Comuni e gli Enti Parco Regionali interessati, prendendo in considerazione tutto ciò che concerne attività o progetti per la sentieristica, affinchè i nuovi progetti possano conformarsi alle Linee Guida sulla RES che sono operative.

Dai territori arriva una forte domanda di supporto tecnico ed operativo. L’Agenzia è organizzata per garantire l’avvio degli Sportelli del Sentiero con apertura ogni mercoledì pomeriggio (orario minimo: due ore tra le 15 e le 18).   --  Riferimenti e contatti per la Rete dei Sentieri della Sardegna [scheda in .pdf]

Categoria: