Mufloni reintrodotti nel Limbara: aggiornamenti

01 Luglio 2019
famiglia di mufloni sul Limbara (foto R.Serra).jpg

Il Muflone è sicuramente tra gli animali più rappresentativi dell’Isola, perlomeno per gli ambienti montani.

L’ipotesi più accreditata circa la sua presenza in Sardegna e Corsica è quella secondo cui il muflone deriverebbe dal rinselvatichimento di un ovino domestico introdotto dall’uomo in epoca neolitica (Poplin, 1979). 

Fu poi introdotto, molti secoli dopo, nell’Italia continentale e in Europa, in cui peraltro si è ben acclimatato, dalla seconda metà dell’800.  

 

 

Procede con successo la reintroduzione dei mufloni sul Monte Limbara

A tre anni dalla reintroduzione dei mufloni sul Limbara, operata nel maggio 2016, l’ultimo censimento con osservazione da punti di vantaggio risale al periodo 27-30 maggio 2019 e ci rivela una situazione decisamente confortante:
il numero degli esemplari infatti è in incremento.  Dai 9 esemplari osservati con la stessa metodica nel Maggio del 2017,  passiamo agli attuali 23 esemplari, come indicato in tabella.

Considerazioni sui dati

Il dato conferma la crescita della popolazione che, in base ai dati bibliografici, non dovrebbe essere inferiore ai 64 esemplari.
I mufloni si sono divisi in due greggi principali, dei quali uno osservato sulle cime della montagna.  Le condizioni di salute rilevate dai veterinari Forestas appaiono ottime, con buono stato di nutrizione e il mantello lucido, essendo stata completata la muta estiva.  Tutti gli esemplari esibiscono motilità energica con un comportamento tipico di questo mammifero arrampicatore, confermando l’idoneità dell’habitat e manifestando un ottimo adattamento. Per la prima volta sono stati osservati anche gli agnellini di Muflone (4 femmine e 1 maschio) i primi mufloni nativi del Limbara.

 

Osservabilità di questi animali: le misure scientifiche della diffusione della specie durante i censimenti

Proseguono anche gli studi sulla osservabilità di questi animali, per mettere in relazione e conoscere meglio il rapporto fra gli animali presenti e quelli osservati durante il censimento.
L'osservabilità dei mufloni nel territorio censito si attesta su un esemplare ogni tre presenti, considerando il totale osservato nella sessione col massimo delle osservazioni, integrata con gli individui di classi d'età ben distinte, sommate agli individui distinti per ciascuna area geografica interessata.  
Considerando solo la singola sessione con il maggior numero di osservazioni (13 esemplari) l'osservabilità risulta invece di 1 muflone osservato ogni 5 presenti.

Nel frattempo cominciamo a goderci lo spettacolo del Monte Limbara che si ripopolano... 

La buona notizia

Evidenziamo che una popolazione di mufloni di 60 individui potrebbe già essere considerata sulla soglia della “minima popolazione vitale”  -  dotata cioè di una consistenza tale da ridurre il rischio di estinzione. Per maggiore sicurezza, da questo punto di vista è bene attendere comunque il raggiungimento dei 200 esemplari: auguriamoci di poter festeggiare questo importante obiettivo entro il prossimo quinquennio.

 

(report a cura di Roberto Serra)

Condividi:

Notizie ed eventi

22 Settembre 2020

Sono state completate le prime due fasi della complessa progettazione (rilievi sul campo e cartografici, esecutivi dell'intervento) e si sta avviando l'iter autorizzativo ambientale-paesaggistico e nei cantieri Forestas...

18 Settembre 2020

Ad agosto è stato approvato il Piano forestale particolareggiato (PFP) della Foresta Demaniale di Is Cannoneris . Qui spieghiamo gli obiettivi e gli orientamenti gestionali, con qualche dato ed un cenno alle...

17 Settembre 2020

La pagina informativa contiene alcuni dettagli sul procedimento, ed informazioni sull'iter e su come i proprietari possono contattare Forestas, specie nel periodo CoViD con le relative restrizioni di accesso agli uffici...

17 Settembre 2020

Il Comune di Galtellì organizza, insieme a Foretas e Club Alpino, una giornata per presentare la variante del Sentiero Italia ipotizzata in seno al tavolo territoriale nuorese per la Rete Escursionistica della Sardegna (RES)...

16 Settembre 2020

Sulle scritte minacciose ai sindacalisti delle organizzazioni FLAI e FAI Il commissario straordinario e la Direzione Generale di Forestas esprimono solidarietà e condannano ogni forma di violenza...

15 Settembre 2020

Avviati anche gli interventi di completamento della Rete dei Sentieri nel Supramonte di Oliena, finanziati dal POR-FESR: dopo i rilievi, la progettazione e l'iter autorizzativo durati oltre un anno, gli operai hanno iniziato i lavori a giugno...

11 Settembre 2020

Nella mattinata del venerdì 11 settembre 2020 sono stati rilevati problemi ai server, che hanno reso impossibile raggiungere alcuni contenuti e sezioni informative del sito istituzionale, tra cui l' Albo Pretorio on-line ed altre...

04 Settembre 2020

Completate le prime tre fasi della complessa progettazione (rilievi sul campo e cartografici, progettazione, iter autorizzativo ambientale-paesaggistico) nei vari complessi forestali ci si prepara per la realizzazione degli...

04 Settembre 2020

L’Agenzia Fo.Re.S.T.A.S. sta trattando con il massimo rigore il caso dell’operaio coinvolto nelle indagini contro incendiari e bracconieri. In attesa del giudizio della magistratura, è stato cautelativamente sospeso dal...

03 Settembre 2020

Anche quest’anno, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, sono arrivate in Sardegna, liberate dall'ISPRA e volano già nei nostri cieli altre 7 aquile di Bonelli , che per il terzo anno consecutivo ...

01 Settembre 2020

Il sindaco di Nuoro ha espresso gratitudine e apprezzamento alle squadre Forestas, a nome della comunità per il supporto ed il grande aiuto dato dalle autobotti dell'Agenzia durante il periodo di crisi per la mancanza di acqua...

31 Agosto 2020

La società organizzatrice ha comunicato la variazione delle date di svolgimento della manifestazione, anticipandola al 8-11 ottobre 2020 ...