L'Ente Foreste prosegue le azioni di tutela del cervo sardo finanziate dall'U.E.

08 Aprile 2015
ripresa notturna del rilascio dei cervi del 30.03.2015 presso Seui

Proseguono le attività di cattura e trasferimento di esemplari di Cervo sardo-corso nell'ambito del progetto One deer two Islands finanziato dall'Unione Europea con i fondi del programma LIFE. Partner dell'Ente Foreste in questo ambizioso progetto sono: Provincia Medio Campidano, Provincia Ogliastra, ISPRA, Parco Regionale della Corsica. Saranno in tutto 80 i cervi rilasciati per il ripopolamento in Sardegna (40 nel SIC Supramonte e 40 nel SIC "Monti del Gennargentu") ed ulteriori 40 cervi per la Corsica: sinora già 50 i rilasci effettuati in Sardegna e 10 in Corsica.

La preparazione per il rilascio
Il rilascio di cervi in un'area presuppone la cattura di alcuni esemplari in un territorio dove la popolazione del Cervo è sufficientemente stabile e resistente. Gli individui da trasportare sono adulti, giovani e sani, con la massima resilienza (capacità di adattamento) che gli permetterà di adattarsi facilmente nel nuovo territorio di destinazione, sopportando lo stress del viaggio.
Come tutti i cervi catturati e traslocati nell'ambito di questo progetto, ogni animale è sottoposto a controllo sanitario oltre a misurazioni biometriche e prelievi ematici per le analisi su malattie batteriche, virali, parassitarie etc. Il progetto One deer two Islands prevede aree di ripopolamento sia in Corsica che in Sardegna, più alcune attività di rimescolamento delle popolazioni già presenti nelle due isole, per favorirne la ricchezza genetica.

Catture e rilasci per il ripopolamento delle aree
Il 30 marzo scorso sono stati catturati cinque esemplari (quattro femmine ed un maschio) provenienti dall'areale di Guspini-Montevecchio che, secondo il programma, dovevano essere trasferiti in Corsica, per ripopolare l'area SIC francese Massif du Rotondo - una delle aree-obiettivo per le azioni del progetto. Uno dei punti di forza di questo progetto LIFE è infatti la collaborazione Sardegna-Corsica per ripopolare le aree protette individuate, attraverso il trasporto in loco di cervi catturati nei siti ove la specie era sopravvissuta in natura. Il risultato finale sarà una maggiore varietà genetica (che garantirà popolazioni più forti e capaci di colonizzare il territorio da ripopolare) ed un incremento del numero di zone popolate da questa preziosa specie (Cervus elaphus corsicanus).

Imprevisti e soluzioni
A causa dell’interruzione del trasporto marittimo verso la Corsica, dovuto alle pessime condizioni meteo nei giorni dal 30 marzo al 1 aprile (forti venti di maestrale) si è dovuto procedere al cambio di destinazione per questi animali, che erano già stati preparati al trasferimento dai tecnici dell'Ente Foreste: la trafila era stata troppo impegnativa per non concludersi con un tempestivo rilascio (dopo catture, esami medici, permanenza nei recinti appositamente studiati per un trasporto senza traumi).
Pertanto il 30 marzo i cinque cervi sono stati liberati nei boschi di Seui - all'interno del Sito di Interesse Comunitario (SIC) Monti del Gennargentu: si tratta di un areale nel quale, sempre nell'ambito di questo progetto, erano già stati rilasciati altri nove animali. Quattro di questi cervi sono stati dotati di radiocollare per il monitoraggio degli spostamenti.

Categoria:
Condividi:

Notizie ed eventi

28 Giugno 2022

Iniziativa promossa dalla onlus Effetto Palla , in collaborazione con l'Agenzia regionale Forestas - grazie anche al protocollo di collaborazione recentemente sottoscritto. A un anno esatto dal grande incendio che aveva devastato ...

21 Giugno 2022

A causa di una riorganizzazione del personale dovuta alle ferie estive, si informa l'utenza che per la settimana in corso lo sportello URP di viale Merello 86 a Cagliari ed il canale Whatsapp/Telegram potrebbero subire limitazioni.

Si...

16 Giugno 2022
RIGENERAZIONE e PAESAGGIO

Ricostruire il paesaggio forestale tipico del Gennargentu , recuperando e rigenerando le numerose aree boscate che in passato circondavano gli ovili: se n'è parlato ad Arzana e Villagrande...

17 Giugno 2022

La Giornata della desertificazione e della siccità (Desertification & Drought Day) si celebra ogni anno il 17 giugno . Indetta nel 1995 dalle Nazioni Unite per promuovere la ...

14 Giugno 2022

Avviata una selezione per l'ufficio fiscale del Servizio Contabilità e Bilancio della Direzione Generale dell'Agenzia Forestas, per l’acquisizione mediante passaggio diretto tra Amministrazioni diverse ...

13 Giugno 2022
Un altro progetto POR portato a termine da Forestas

Il progetto dei sentieri di Dorgali e Cala Gonone è parte integrante dell’Area di Rilevanza Strategica "SU SUERCONE" finanziata con con fondi POR FESR della...

13 Giugno 2022

Lunedì 13 giugno dalle 10 ad Urzulei presso l’Hotel Gorropu, in località Sìlana (strada statale 125, km 183) si parla del ruolo delle guide del territorio per la reintroduzione del grifone in...

07 Giugno 2022

10 e 11 giugno: si tratta di un workshop GRATUITO, per far incontrare tecnici e pescatori sportivi e mostrare come si può far pesca selettiva e monitoraggio genetico...

.

04 Giugno 2022

In occasione del Festival del paesaggio dell’atopiano , il 4 e 5 giugno e l’11 e 12 giugno si esporrà nei quattro paesi della Giara la mostra “SARDEGNA FORESTE, I TESORI NATURALI DI UN’ISOLA” ...

30 Maggio 2022

Venticinque tra tecnici e ricercatori francesi rappresentativi del sistema forestale transalpino, in visita in Sardegna dopo 22 anni (l'ultima visita avvenne nel 2000) per conoscere e approfondire le principali tematiche della foresta...

24 Maggio 2022

“ L’avvio della campagna antincendio è ormai alle porte e la macchina regionale è pronta per affrontare la stagione 2022 con l’obiettivo di difendere il territorio e il nostro patrimonio ambientale, oltre a garantire la sicurezza dei cittadini...