Emozioni

24 Febbraio 2006

Titolo: Emozioni. Viaggio nella natura del Gennargentu
Edizioni: Fabula
Autore: Domenico Ruiu
Scheda dell'autore

Dalla presentazione di Cesare della Pietà
Il lettore-contemplatore-indagatore (tutte e tre queste dimensioni sono chiamate in causa) viene introdotto in una specie di labirinto visuale, nel quale girare ogni pagina è come svoltare un angolo, conquistare una nuova prospettiva, aggiungere un tassello a un mosaico che si fa sempre più ampio ma anche più profondo, più dettagliato. La natura di questa parte di Sardegna si svela in ogni pagina in tutta la sua gloria: che sia una grandiosa fuga di calcari grigio-ferro verso il blu cobalto del mare o la sinfonia di bruni e di ori del piumaggio della pernice sarda, l'intrico della macchia del Supramonte o la corteccia rugosa di un leccio secolare o ancora l'occhio di fiamma dell'astore che alza il capo dalla preda, sorpreso dall'arrivo dell'intruso o, infine, particolarmente coinvolgente, una riflessione sulla sofferta presenza dell'uomo. E l'autore attraverso le immagini e il racconto diventa araldo di bellezza, insostituibile mediatore culturale e, come suggerisce appunto il titolo del libro, dispensatore di emozioni indimenticabili.

Viaggio nella natura del Gennargentu
Introduzione di Domenico Ruiu.
Ecco il Gennargentu. Siamo dove la Sardegna è più vicina al cielo, ma tutt'intorno non si avverte quel senso di vertigine che l'immaginario accomuna alla cima più alta di una montagna. E' l'effetto ultimo di un'antica erosione la quale, più che affilare, ha arrotondato la lunga linea di cresta, ricoprendola di un'infinità di sassi squadrati e di sottili scaglie di roccia. Le cime più elevate, le uniche che superano i 1800 metri di altezza, si inseguono verso sud separate da valichi, alcuni ampi, altri appena accennati.
C’è un senso di solitudine, l'aria frizzante, la certezza del volo dell'aquila, la chimera dei cespugli striscianti asserviti alla violenza delle bufere, gli scenari sconfinati. Quando i venti dominanti spazzano ogni velo di foschia l'orizzonte si spalanca e tutt'intorno la Sardegna intera si offre allo sguardo. È una spettacolare lezione di geografia sul campo. La posizione dominante consente uno magnifico sguardo di insieme su quello che sarebbe dovuto essere il parco del Gennargentu. Entità incompiuta, il parco non è ancora riuscito a liberarsi dalla crisalide dei progetti per diventare realtà. E' diventato reale, tuttavia, nell'immaginario collettivo. Così il parco mai nato ha la capacità di catalizzare suggestioni ed emozioni, essendoci senza esistere.
Ecco a sud i profili mossi dei tonneri, superficie ondulata di un surreale
mare di roccia, a nord-est invece, c'è l'inquieta distesa del Supramonte, mentre il mare, quello vero, è ad oriente, oltre la linea d'orizzonte che cela la superficie dell'acqua e gli abissi del golfo di Orosei.
Una forte suggestione si sprigiona da queste regioni, dalla bellezza della natura e dai segni della presenza dell'uomo. Le immagini e il testo propongono luoghi, presenze, situazioni, momenti, colori dal Gennargentu al Supramonte, dai Tacchi dell'Ogliastra sino al Golfo di Orosei e alle sue meraviglie sommerse.

Condividi:

Notizie ed eventi

27 Novembre 2020
Avviso al pubblico

Gli uffici centrali e territoriali dell'Agenzia resteranno chiusi per tutta la giornata del prossimo lunedì 7 dicembre per ferie d'ufficio disposte per tutto il personale della Regione...

25 Novembre 2020

Ancora una vittima dell’ignoranza e vigliaccheria umana: una femmina adulta di Astore sardo è stata recentemente ricoverata presso il Centro Fauna Selvatica di Bonassai recuperata dal CFVA di Nuoro (che lo aveva rinvenuto a...

25 Novembre 2020
CHIUSURA CONTO CORRENTE POSTALE INTESTATO ALL’AGENZIA FORESTAS

Dal 28 febbraio 2021 è prevista la chiusura del conto corrente postale intestato all’Agenzia Forestas e pertanto tutti i pagamenti a favore dell’...

24 Novembre 2020

Una recente sentenza del Consiglio di Stato ha evidenziato come nei boschi vincolati paesaggisticamente per Decreto Ministeriale le utilizzazioni debbano essere assoggettate a parere vincolante della Soprintendenza. Può essere...

23 Novembre 2020

Forestas cederà a titolo gratuito e simbolico due piante di Corbezzolo ( Arbutus unedo ) ad ogni Comune della Sardegna, per dare un segno tangibile (che vivrà con la pianta messa a dimora a...

23 Novembre 2020

La Regione Autonoma della Sardegna , nell’ambito del Progetto INTENSE - Itinerari turistici sostenibili - del PC Marittimo IT FR 2014-2020, invita a partecipare all...

21 Novembre 2020

Il 21 novembre di ogni anno in Italia, dal 1898 , si celebra la festa dell'albero . Nel 1951 una circolare del Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste stabiliva che si dovesse svolgere il...

20 Novembre 2020

Chiarimenti sugli aspetti scientifici dell'intervento, nell'ultimo mese focalizzato sui torrenti del Limbara: reintrodurre il ceppo autoctono, più resistente a bassi livelli di ossigeno e alle alte temperature dei torrenti...

17 Novembre 2020

Il più grande Parco Naturale della Sardegna , ha finalmente un logo che lo rappresenta. Così avrà una propria identità, in cui sono centrali i concetti di biodiversità e persino un richiamo esplicito...

14 Novembre 2020

Negli ultimi fine-settimana si è registrato un crescente afflusso di visitatori presso la foresta demaniale di Sette Fratelli , tanto che la scorsa domenica , per scongiurare assembramenti, le forze dell'ordine...

16 Novembre 2020

La quarta edizione dell’ Anno Forestale sarà - a causa della pandemia in corso - interamente celebrata con webinar gratuiti e totalmente on-line: si parlerà dei temi delle Politiche comunitarie sull’agroforestazione...

05 Novembre 2020

Per chi fosse interessato al tema della valutazione della qualità del sughero sul campo, il 18 e 19 novembre si terrà un webinar gratuito, previa registrazione.

L’Agenzia FoReSTAS in collaborazione con UNAC ed INIA,...