Rete Sentieristica: protocollo d'intesa tra Ente Foreste e Parco Geominerario

17 Novembre 2010
Buggerru, ponte sul sentiero D-301

I due soggetti firmatari

L'Ente Foreste della Sardegna, che opera principalmente per amministrare il patrimonio silvo-agro-pastorale e faunistico demaniale od assunto in concessione a vario titolo, ma ha inoltre, ai sensi dell’art. 3 (lettera h) della L.R. n.24/99 tra i propri compiti istituzionali la promozione e divulgazione dei valori naturalistici, storici e culturali del patrimonio forestale regionale.
Il Consorzio del Parco Geominerario Storico ed Ambientale della Sardegna,
riconosciuto dall'UNESCO quale primo parco geominerario della rete mondiale dei geositigeoparchi, istituito per assicurare la tutela, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico, storico-culturale ed ambientale e dei beni ricompresi nei territori interessati nel tempo da un'intensa attività estrattiva e di utilizzo delle risorse geologiche e minerarie, che sono in Sardegna le aree denominate: Monte Arci, Orani-Guzzurra-Sos Enattos, Funtana Raminosa; Argentiera-Nurra-Gallura, Sarrabus-Gerrei, Sulcis, Iglesiente; Arburese-Guspinese. Ha tra le proprie finalità anche quella di garantire uno sviluppo economico e sociale dei territori medesimi, nell’ottica dello sviluppo sostenibile.

Obiettivi comuni e progetti nel medio termine

Il documento, che è stato firmato presso la sala consiliare del comune di Iglesias, prende atto:
- del notevole grado di sovrapposizione dei territori gestiti dai due enti
- del significativo successo conseguito dall'Ente Foreste nella realizzazione di una rete di sentieri;
- della valenza ambientale insita nel potenziamento della fruibilità delle aree forestali interne al contesto minerario con attività riconducibili alla sentieristica da escursionismo a vario livello(trekking, cicloturismo, green ways, etc.).
Viene sancita una collaborazione pluriennale finalizzata a realizzare una rete di sentieri regionale condivisa, connessa, uniforme, fruibile anche attraverso il Web e tramite carte escursionistiche ad hoc realizzate, nonchè a supportarsi reciprocamente in termini di personale, infrastrutture, materiali e mezzi per le attività di cui al precedente articolo, nonché ad usufruire di tutti i dati in loro possesso per le aree in oggetto.
 

Le azioni previste

Il Parco Geominerario intende recuperare gli antichi sentieri percorsi dai minatori che spesso si intrecciano con gli antichi sentieri dei carbonai e dei boscaioli, attraversando paesaggi di inestimabile valore. Tramite la prosecuzione delle attività di ricerca e sperimentazione con l'Ente Foreste intende ripristinare i sentieri storici e la viabilità rurale, ove possibile con finalità coerenti con le premesse dell'accordo.
L'impegno si sostanzierà quindi in queste azioni:
1. selezione delle aree per le quali il ripristino viene ritenuto possibile;
2. raccolta della documentazione disponibile relativamente alle singole esperienze già realizzate (progetti, disegni sperimentali, appunti di campagna, pubblicazioni, ecc.);
3. individuazione delle aree di interesse e delle direttrici di sviluppo per la sentieristica, sulla base cartografica che gli Enti condivideranno;
4. una accurata ricognizione delle aree per verificarne lo stato attuale soprattutto nell'ottica della loro messa in sicurezza e pulizia;
5. indicazione di tempi e modi per tali attività;
6. definizione e programmazione delle attività di manutenzione ordinaria e straordinaria;
7. integrazione della documentazione esistente mediante l’aggiornamento e nuova realizzazione di cartografia;
8. progettare una adeguata cartellonistica e segnaletica dei percorsi.
 

Il know-how dell'Ente Foreste

L'Ente Foreste si è recentemente avvalso dell’esperienza maturata con l'attuazione del progetto finanziato con fondi europei per ripristinare, attrezzare, segnalare sentieri per uno sviluppo lineare di circa 600km premiati nel 2009 con il conferimento del secondo posto al premio nazionale per la Mobilità Dolce Go Slow. Attualmente è impegnato inoltre in numerosi progetti correlati alla sentieristica quali la "realizzazione di una rete di ippovie regionali finalizzate alla valorizzazione e fruizione delle aree rurali della Sardegna e alla promozione della multifunzionalità delle aziende agricole" (DGR n. 7/14 del 2010) e l’acquisizione di dati e cartografia in formato digitale sui percorsi di cicloturismo e mountain bike della Sardegna.
Inoltre, alcuni altri sentieri sono in corso di realizzazione con fondi A.P.Q. nella Planargia e nel litorale di Villasimius, ed altri ancora nel Supramonte, mentre nel progetto denominato Co.R.E.M. (Ampliamento rete di siti e spazi protetti e/o sensibili) collaborerà con alcuni partner per realizzare un progetto, finalizzato alla realizzazione di un sistema di gestione dell'intero ciclo di vita del sentiero (procedure, standard realizzativi, modalità operative, geo-Database e Geo-Server) unificato ed interoperabile verso altri sistemi "aperti", di supporto alla realizzazione e successiva manutenzione di sentieri escursionistici nei territori gestiti.

 

 

Condividi:

Notizie ed eventi

29 Luglio 2020

Un'interessante iniziativa dell'ente strumentale della Regione Veneto che opera nell’ambito delle politiche per i settori agricolo, agroalimentare, forestale e della pesca .

Un Premio per la promozione della "Cultura Forestale"

Torna,...

27 Luglio 2020

Probabilmente il più grande e importante progetto mai realizzato in Sardegna per la tutela del Grifone. Un nuovo progetto è in fase di approvazione dalla UE per ampliare l' areale dell'...

23 Luglio 2020

Una minaccia concreta, chiamata chitridiomicosi , che in tutto il mondo sta mietendo milioni di vittime tra le preziose specie di anfibi, arriva anche in Sardegna, spesso collegata alle attività sempre più diffuse nei corsi d'acqua. Il pericolo è...

14 Luglio 2020

L'Agenzia FoReSTAS ha curato con propri uomini e mezzi la sistemazione di una importante porzione del noto colle di Cagliari . Un sintetico report sull'intervento, con interessante documentazione a corredo

13 Luglio 2020

L'autore dell'importante guida Amphibians and Reptiles of Britain and Europe -ha visitato la Foresta Demaniale Settefratelli per controllare lo stato di conservazione della popolazione del Geotritone...

22 Giugno 2020

Forestas ha aderito all'obiettivo ambizioso presentato dalla Fondazione AlberItalia con l'intento di dare gambe all'iniziativa di piantare 60 milioni di nuovi alberi nel nostro Paese (uno per ogni abitante)...

17 Giugno 2020

L'Agenzia Forestas curerà la sperimentazione, l'attività di Ricerca e l'attuazione di alcuni interventi selvicolturali dimostrativi per la riduzione del rischio incendi nelle pinete litoranee di Porto Conte (...

08 Giugno 2020

A Fonni , nel parco comunale Tanca dei Frati , gestito da Agenzia Forestas, per qualche giorno è stata sperimentata un' aula didattica sotto gli alberi , per alunni della scuola primaria, nella necessità di...

05 Giugno 2020

Un lavoro scientifico, che in tanti richiedono all'Agenzia. Forestas lo rende disponibile alla collettività in un momento di grandi mutamenti ambientali e di trasformazioni di origine antropica che pongono nuove frontiere alla Scienza Forestale...

03 Giugno 2020

Venerdi 29 maggio, dopo una maratona on-line di 5 giornate , si è concluso l’ hackathon TrHack your Tou r, nato c on l’obiettivo di sviluppare idee innovative , legate al...

30 Maggio 2020

Giovedì mattina, 28 maggio, nella sede Forestas di Oristano, hanno firmato il contratto di lavoro e prenderanno servizio il prossimo 3 giugno nella Direzione generale e nei 7 Servizi territoriali cui sono stati assegnati.

29 Maggio 2020

Gli uffici dell'Agenzia saranno chiusi al pubblico il lunedì 1 giugno per ferie d'ufficio . Riprenderanno regolarmente le attività dal giorno mercoledì 3 giugno ; inoltre dal mese di giugno nei...