Vedetta M.Gonare

sarule_cv8623_ambiente_monte_gonare (immagine da SardegnaTurismo)

Il Monte e le sue tradizioni tra storia e spiritualità

Da Gonario II, giudice di Torres (1110-82) deriva il nome del monte, alto 1083 m s.l.m  a metà tra i territori di Orani e Sarule, che supera i mille metri, comprendendo tre vette a forma di cono: GonaredduPunta Lotzori e Gonare, dove sorge il santuario mariano più suggestivo della Sardegna. Qui, dove si respira aria salubre, il panorama spazia dal golfo di Orosei a quello di Oristano. Il massiccio ha pareti calcaree scoscese che scendono a valle coperte da boschi di castagni, lecci e roverelle, mentre erba astragola, elicriso, felci, orchidee e rose di montagna colorano il paesaggio. Fra il fogliame abitano rare specie di pipistrello e la raganella.

È stata celebrato in prosa da Grazia Deledda, in poesia da Sebastiano Satta e nei dipinti dagli artisti Antonio Ballero e Mario Delitala.  Vari eventi animano il monte: il 25 marzo si distribuisce ai pellegrini il pane ‘e vintichimbe.   
Invece l’8 settembre, la Festa grande, gestita negli anni pari dagli oranesi, in quelli dispari dai sarulesi. Si inizia a preparare da fine agosto: gli abitanti dei due paesi si recano al santuario per partecipare alla novena. I pellegrini risiedono nelle cumbessias, alloggi che stanno attorno e a valle del santuario. I residenti lo raggiungono a piedi tutti i giorni da antichi sentieri. Dal centro dei paesi, si percorrono in salita sos Malavidos e Illudine fino ai 973 metri del piazzale sa Corte. Da qui un sentiero scavato nella roccia, ripida e segnata da vari punti di devozione, porta alla chiesa...

La Vedetta

La struttura utilizzata durante il presidio antincendio è adiacente alla chiesa della Madonna de Gonare, databile all'inizio del XVII, situata proprio sulla parte cacuminale del monte, di cui utilizza tutto l'esiguo spazio.  
Da lassù si osserva tutta la Sardegna centrale, spaziando dalla costa est fino a quella ovest...in giornate limpide si distingue il mare oltre il paese di Oliena, con un effetto panoramico impressionante. 
È una delle vedette più importanti del nuorese...strategico punto di avvistamento che domina, tra gli altri, i paesi di Orani e Sarule.

Condividi:
Scheda
Servizio di appartenenza:
Tipo struttura:
Indirizzo:
Sarule NU
Italia

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • Per la sua posizione strategica, questa vedetta è operativa h24 durante la stagione Antincendio. A Seui, nel compendio demaniale di Montarbu , svetta Punta Margiani Pubusa 1324...
  • Si trova sulla cima Antiogu Boi in comune di Sinnai . Ricade nell'area di competenza del Complesso Forestale Settefratelli. La visuale da questa vedetta spazia a 360° raggiungendo...
  • Domina il territorio spaziando dalla bassa Gallura all'altopiano di Buddusò, protegge e sorveglia l'ambito forestale del Monte Lerno di Pattada . Da quassù si dominano anche:...
  • Opera come centro fauna e si occupa di allevamento conservativo della Lepre sarda ( Lepus capensis mediterraneus ). Codice Regionale: SS/R/03 Il programma di Allevamento Il...
  • Questa postazione è sita proprio al confine tra NUGHEDU S.VITTORIA e NEONELI, nel presidio forestale del Barigadu.
  • Il massiccio roccioso che sovrasta il paese di Arzana, nel suo versante Est che lambisce la Statale 389, raggiunge quota 1240 metri s.l.m. ed è in gran parte coperta da boschi di...
  • Questa vedetta, non distante dal centro abitato, domina Seui e la barbagia di Seulo. Comunica visivamente con la postaizone di Margiani Pubusa , e spazia con lo sguardo sui Tacchi...
  • A quota 1467 m s.l.m. questa vedetta domina tutto l'agro di Tonara e su tutti i monti circostanti, con lo sguardo che spazia dal massiccio del Gennargentu a tutta la Sardegna...