Pioppo tremolo

Albero caducifoglio alto fino a 20 m. a portamento eretto, ramificato in alto, con chioma globosa e raccolta nella parte superiore. La corteccia è grigio-verdastra inizialmente, più grigia e liscia successivamente. I rami giovani sono glabri. Gemme grandi, vischiose, con squame rosso-scure. Foglie sono alterne, semplici, bifacciali, con picciolo sottile fortemente appiattito presso l’inserzione della lamina. Le foglie dei rami vegetativi con lamina di 3-12 cm, ovato-triangolare, cordate o subcordate, verde scuro, opache e glabre di sopra, glaucescenti di sotto; margine fogliare dentato. Le foglie dei rami fiorali, suborbicolari o anche nettamente orbicolari, dentata con denti ampi, a base cordata, subcordata, troncata o ampiamente cuneata. Pianta dioica. Infiorescenze maschili in amenti lunghi fino a 10 cm. di colore grigio-rossastro, con 5-12 stami, le femminili più lunghe, verdi-rossastre. L’infruttescenza è costituita da capsule con piccoli semi cotonosi.

Corologia:
Specie diffusa in Europa e in Asia centrale; in Africa del nord è presente nei monti Tabor e Tabador. In Italia lo ritroviamo in tutte le regioni, soprattutto nelle zone umide montane. In Sardegna ha una distribuzione localizzata lungo i rigagnoli del Gennargentu, Goceano e Gallura. Tipo corologico: Euro-sib.
Fenologia:
Fioritura variabile a seconda dell’altitudine, generalmente tra marzo-maggio. I semi maturano nel mese di luglio.
Habitat:
Specie eliofila, non ha esigenze podologiche particolari. Predilige luoghi freschi ricchi di sostanza organica. Nelle regioni settentrionali è più facile reperirlo in pianura e nelle zone medio-montane mentre in quelle meridionale vive nelle zone montane.
Forma biologica:
Mesofanerofita
Curiosità:
Si rinnova per seme o separando i polloni radicali. Il Pioppo tremolo è scarsamente utilizzato nei rimboschimenti nonostante la sua capacità di colonizzare terreni poveri e detritici. Il legno chiaro, tenero ed omogeneo, non è di gran pregio; si usa principalmente per imballaggi, lavori ordinari e dall’industria cartaria. Il fogliame è appetito dal bestiame. I germogli vengono utilizzati per la preparazione di un unguento efficace per trattare bruciature ed emorroidi. La corteccia viene utilizzata per la concia delle pelli. Nell’antichità i pioppi erano legati al rapporto fra la vita e la morte.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Populus tremula
Nome sardo:
Fustialvu tremulu, Linnarbu tremulu
Flora:
Divisione:
Classe:
Ordine:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • Arbusto alto fino a 6 metri con rami eretti e molto ramificato. Corteccia molto irregolare, grigiastra e screpolata. Rami giovani pubescenti. Foglie lineari (3-5 mm) glabre, verdi...
  • Arbusto molto ramificato alto 1-3 metri di altezza, sempreverde, di forma da rotondeggiante-espansa a piramidale, irregolare. I rami sono disposti in modo opposto, la scorza è di...
  • La quercia da sughero è un albero alto fino a 15 m , con chioma globosa, rada e piuttosto irregolare. Negli alberi isolati la chioma è espansa, tondeggiante e più compatta. Il...
  • Pianta arbustiva con fusto breve e tozzo, può raggiungere i 2-3 metri di altezza. Corteccia di
  • Arbusto sempreverde, con fusto cespuglioso e molto ramoso, vischioso e aromatico, alto fino a 2 metri. Foglie opposte, sessili, strettamente lanceolate, tormentose e vischiose,...
  • Il Lupino giallo è una pianta erbacea annuale con radice a fittone, ramosa; il fusto è eretto, pubescente. Le foglie sono ovali e allungate, alterne, molli, inserite come le dita...
  • Arbusto, alto 1-2 metri. Rami eretti e flessibili, pubescenti da giovani. Fusto legnoso con corteccia color verde-olivacea. Foglie trifogliate, la fogliolina centrale più grande...
  • Pianta alta 20-60 cm, con fusto relativamente esile, eretto, cilindrico, glabro, lucido. Foglie allungate, ripiegate a gronda, avvolgenti il fusto e decrescenti verso l’alto...
  • Nota anche con i nomi di “lingua di cane”, “erba vellutina”, “cinoglosso” e “zerumola”, la Cinoglossa è una pianta spontanea biennale, con fusto peloso di colore verde chiaro ,...
  • Pianta slanciata alta 20-40 cm, con fusto glabro ed eretto. Foglie, da lanceolate a subspatolate, acute, lunghe fino a 15 cm.; le basali sono disposte a rosetta, le superiori più...
  • Pianta alta 15-60 cm. Fusto eretto, spesso arrossato alla base, tormentoso soprattutto nella parte superiore e foglioso sino all’infiorescenza. Foglie abbraccianti, oblungo-...
  • Pianta erbacea perenne con foglie lunghe fino a 1 m, partenti direttamente dal terreno e disposte a rosa, composte da un asse centrale (ràchide), ricoperto da scaglie marroni...