Massiccio attacco di lepidotteri defogliatori sui boschi del monte Arci

17 Luglio 2009
differenze nella vegetazione investita dal defogliatore

Il contesto biologico
Con il nome collettivo farfalle ci si riferisce a quel gruppo di insetti che costituiscono l'ordine dei Lepidotteri, uno dei più importanti e più ricchi di specie. Hanno uno sviluppo indiretto che passa attraverso tre stadi principali assai diversi per morfologia. Dall'uovo schiude la larva (bruco) che evolve in pupa (crisalide) la quale infine si trasforma in immagine (l'insetto nello stato adulto).
Per gli insetti che hanno colpito le foreste del centro Sardegna, la fase larvale (la più dannosa per gli alberi, perchè vede in attività i bruchi che si nutrono delle foglie) finisce tipicamente nella terza decade di giugno, con lo sfarfallamento (ossia il passaggio dalla crisalide alla forma adulta, che porterà al nuovo ciclo di accoppiamento e deposizione delle uova).
Generalmente le popolazioni di Lymantria dopo una simile esplosione demografica vengono ripoortate a valori di densità bassi da attacchi di nemici naturali quali predatori (Calosoma), parassitoidi vari e virus (NPV)

Guarda la GALLERIA DELLE IMMAGINI completa

Gli effetti sulle foreste
I bruchi si sono concentrati quest'anno prevalentemente sulle leccete del monte Arci (oltre alla Gallura, dove il fenomeno è endemico e quindi costante) e sono comparsi anche sulle leccete del monte Ortobene a Nuoro.
L'attacco di defogliatori ha interessato su monte Arci una zona di oltre 500 ettari di terreni (privati, comunali o in gestione Ente Foreste) devastando il fogliame soprattutto del leccio ma anche del corbezzolo, dell'erica e (parzialmente) la sughera, lasciando invece indenne altre piante come la fillirea.
Tra i fattori che hanno favorito la comparsa e la proliferazione, il particolare clima piovoso e le condizioni climatiche generali dell'ultima annata silvana (con quest'ultimo termine si intende il periodo dell'anno che va dall'autunno alla primavera e durante il quale si possono svolgere in bosco i lavori colturali in campo aperto: taglio, rimboschimento etc.).

Fortunatamente, l'effetto apparentemente catastrofico non vede la morte degli alberi interessati: le foglie, dopo il periodo dell'attacco, ricrescono sebbene la pianta risulti indebolita a causa della limitata o assente attività di fotosintesi clorofilliana. Ne consegue, inoltre, un ridotto accrescimento (che resterà visibile anche ispezionando il tronco: gli anelli di accrescimento manifesteranno uno spessore inferiore anche del 50%).
Ingente il danno economico quando questi attacchi interessano la sughera, poiché il mancato accrescimento stagionale può ridurre anche del 70% la produzione.

Il Servizio Territoriale di Oristano ha avviato la dovuta procedura di segnalazione ai sensi delle vigenti P.M.P.F. alla competente struttura del Corpo Forestale.

Condividi:

Notizie ed eventi

18 Febbraio 2020

Questo mese l'Unione Europea ha promosso un evento per evidenziare l'importanza degli alberi, pozzi di assorbimento del carbonio , in un momento che li vede in grave pericolo...

18 Febbraio 2020

Parte il progetto di recupero e conservazione della Trota sarda : LIFE STREAMS (Life18 NAT/IT/000931 – S almo ce T tii RE covery A ctions in...

17 Febbraio 2020

È possibile iscriversi alla conferenza #EURAF2020 accedendo alla sezione Online registration del sito dedicato all'evento ; inoltre alla pagina "Registration fees" sono disponibili tutti i...

14 Febbraio 2020

L'Agenzia Forestas si è dotata da qualche anno di una Carta Servizi , con una maggiore attenzione per la qualità (effettiva) dei servizi all'utenza...

12 Febbraio 2020

La Direzione Generale dell'Agenzia informa i dipendenti interessati dall' estensione del periodo lavorativo con trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato ai sensi della L.R. 6/2019 , che il...

12 Febbraio 2020

Online la prima newsletter del progetto di cooperazione internazionale (bacino Mediterraneo) sul trasferimento tecnologico nei sistemi agro-forestali del Mediterraneo

12 Febbraio 2020

L’Agenzia Forestas organizza, nell’ambito delle attività del progetto INCREdible un seminario su: Il problema Phytophthora in vivaio e in ...

07 Febbraio 2020

Il progetto INCREdible, di cui Forestas è partner, ha lanciato il database delle conoscenze online , che è disponibile sul sito web ufficiale.

07 Febbraio 2020

Forestas supporterà e parteciperà attivamente nel prossimo mese di marzo ad una iniziativa internazionale per lo scambio di buone pratiche forestali, nel settore dell' Antincendio Boschivo...

04 Febbraio 2020
CALENDARIO ANNUALE DELLE ESPOSIZIONI (anno solare 2020)

Si informano gli interessati che dal 4 febbraio sono pubblicati gli esiti del procedimento per l'approvazione del Calendario delle uscite in programma per il 2020; L'elenco...

28 Gennaio 2020

Un interessante progetto internazionale di Ricerca applicata , coordinato dall'Università, con la collaborazione attiva dell'Agenzia Forestas per la sperimentazione ed il monitoraggio nel settore delle Scienze...

24 Gennaio 2020

La Presidenza della Regione comunica che sabato 25 gennaio 2020 dalle ore 9 alle ore 13 , il portale istituzionale ed i siti speciali e tematici per manutenzioni programmate non saranno accessibili...