Boletus aereus

Gairo, porcino nero

Il porcino nero (Boletus aereus Bull., 1789) è un fungo edule della famiglia delle Boletaceae.
È molto ricercato ed apprezzato per il suo aroma eccellente e perché dotato di una carne molto compatta (e quindi di ottima resa).
Dura, bianca, non colorata sotto la cuticola del cappello.

Odore molto grato, intenso ed aromatico, specialmente dopo cottura.
Da crudo ricorda un po' il muschio. 

Cappello:
8-20 (30) cm; emisferico poi convesso. Colore variabile dal bruno-tabacco scuro al nero o al bruno-rugginoso. Superficie vellutata, asciutta. Orlo lobato.
Gambo:
altezza cm 7-18; diametro cm 3-6; pieno, sodo, obeso, percorso nella parte alta da un fine reticolo color camoscio in leggero rilievo.
Carne:
bianca, immutabile, soda. Sapore grato, odore forte fungino.
Tubuli:
bianchi, poi crema, infine giallo-olivastri.
Pori:
piccoli, biancastri poi giallastri infine olivastri.
Habitat:
sotto latifoglie, soprattutto leccio e castagno e in associazione con macchia mediterranea (corbezzolo, erica).
Spore:
da olivacee a color tabacco in massa, lisce, fusiformi. 13-18 X 4-5,5 micron.
Commestibilità:
commestibile, eccellente.
Reazioni macrochimiche:
carne + KOH = bruno leggero.
Osservazioni:
specie molto ricercata, ben distinta per il cappello scuro e vellutato e per la carne bianca immutabile. È un fungo tipicamente meridionale, abbondante nei boschi della Sardegna.
Condividi:
Scheda
Nome sardo:
Cordolinu reali
Funghi:
Etimologia:
Aereus = bronzeo. Forse per le tonalità del suo cappello.

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • 4-10 cm; convesso poi appianato, con depressione centrale; superficie ricoperta da una lanosità di colore rosa più o meno carico; cuticola non zonata, orlo fortemente involuto,...
  • 2-4 cm; da parabolico a campanulato, color grigio-bruno al centro, rosa-lillacino verso il margine.
  • 5-12 cm; convesso, depresso al centro, con margine irregolare; cuticola separabile per uno due centimetri, di colore aranciato, presto vinoso, infine verdastro
  • 4-15 cm; convesso, poi imbutiforme; carnoso; margine arrotolato, con zonature concentriche di colore rosso-arancio, rosso-salmone, su sfondo più chiaro; tende a macchiarsi di...
  • 3-10 cm; convesso, spianato, infine depresso, non umbonato; colore bruno-rossastro, a volte zonato; orlo involuto talvolta scanalato.
  • 4-8 cm; emisferico, poi convesso, infine appianato e guancialiforme. Superficie bitorzoluta, screpolato con tempo secco e ventoso, untuoso con tempo umido. Colore bruno-scuro...
  • Cm 8-15 (20), emisferico poi espanso, carnoso, bianco con tendenza a macchiarsi di giallo per sfregamento o con l'età; margine appendicolato; cuticola lucida a tempo secco...
  • 2-7 cm, convesso poi spianato; cuticola bianco-grigiastra con margine nerastro.
  • 2-3,5 cm, inizialmente convesso poi spianato, infine ombelicato. Superficie lucida, viscosa a tempo umido, fulvo, bruno-ocraceo o bruno-rossiccio. Margine pseudodenticolato.