Amanita caesarea

Amanita caesarea
Cappello:
6-18 cm; da emisferico a convesso, infine appianato. Cuticola facilmente asportabile, lucida, colore rosso-arancio vivo, uniforme, spesso ricoperto da qualche lembo biancastro (residuo di volva). Margine tipicamente striato.
Lamelle:
libere, fitte, filo lievemente denticolato, di colore giallo uovo.
Gambo:
alt. cm 8-15; diam. 2-3; robusto, facilmente separabile dal cappello, cilindrico, concolore alle lamelle; anello robusto, persistente, striato, concolore. Volva spessa, bianca, membranosa, a forma di sacco.
Carne:
soda, bianca ma gialla sotto la cuticola e la corteccia del gambo; odore debole, gradevole, sapore dolciastro.
Habitat:
predilige i boschi caldi di latifoglie (Castanea, Quercus). Spesso compare in presenza spesso di corbezzolo ed erica.
Spore:
bianche in massa, ovoidali, non amiloidi. 9-12 x 6-7 micron.
Commestibilità:
commestibile, ottimo, anche da crudo.
Osservazioni:
difficile che possa essere confusa con le altre Amanita con cappello rosso-arancio, perché la A. caesaria ha sempre le lamelle, anello e gambo di un bellissimo giallo uovo. Le altre specie confondibili (A. muscaria, A. aureola, etc.) hanno le lamelle, anello e gambo completamente bianchi. Inoltre la volva della A. caesarea molto spessa e robusta e non dissociata come nelle altre specie.
Condividi:
Scheda
Nome volgare:
ovolo buono.
Funghi:
Etimologia:
caesareus = dei Cesari (imperatori romani).
Sinonimi:
Agaricus aurantiacus.

Potrebbe interessarti anche:

  • Il porcino nero (Boletus aereus Bull., 1789) è un fungo edule della famiglia delle Boletaceae . È molto ricercato ed apprezzato per il suo aroma eccellente e perché dotato di una...
    8-20 (30) cm; emisferico poi convesso. Colore variabile dal bruno-tabacco scuro al nero o al bruno-rugginoso. Superficie vellutata, asciutta. Orlo lobato.
  • 2-5 cm, conico poi convesso con umbone ottuso. Superficie giallo paglierino o giallo-ocraceo, ricoperta da piccole squame che si infittiscono nel disco.
  • 2-5 cm; convesso poi appianato, di colore bruno fulvo, con il centro più scuro; cuticola viscosa con tempo umido; margine appendicolato da residui di velo biancastri.
  • 5-15 cm, da emisferico a convesso, poi appianato. Cuticola molto viscida, totalmente separabile, di colore bruno-castagna, con tonalità violette specialmente sul bordo. Margine...
  • di 4-5 cm, inizialmente emisferico poi convesso, infine piano; margine liscio talvolta appendicolato o leggermente striato; cuticola asciutta bianca, ricoperta di verruche conico-...
  • Un lichene è in effetti composto da due organismi distinti : tipicamente un fungo e un'alga . Il fungo viene detto micobionte (ovvero simbionte micotico , dato che i funghi sono...
  • 4-12 cm; emisferico poi convesso-appianato. Cuticola molto vischiosa, separabile, di colore biancastro nel giovane, poi bruno-castano ma sempre più chiara sul margine. Orlo...
  • 4-8 cm; emisferico, poi convesso, infine appianato e guancialiforme. Superficie bitorzoluta, screpolato con tempo secco e ventoso, untuoso con tempo umido. Colore bruno-scuro...
  • 5-20 cm, da emisferico a convesso, infine guancialiforme, con andamento irregolare. Cuticola asciutta, leggermente tomentosa, di colore biancastro, o bianco
  • Cm 8-15 (20), emisferico poi espanso, carnoso, bianco con tendenza a macchiarsi di giallo per sfregamento o con l'età; margine appendicolato; cuticola lucida a tempo secco...