Capo Ferrato

Capo Ferrato

La foresta demaniale di Capoferrato è situata nella parte sud-orientale della provincia di Cagliari, nella regione del Sarrabus, nei pressi della località di Capoferrato (piccolo borgo di case coloniche) da dove dista circa 600 m. La Foresta è inserita in un contesto litoraneo di grande valore ambientale e paesaggistico in quanto si estende in parte su di una suggestiva area prospiciente al mare da dove si può ammirare l'intero litorale sino alle coste di Villasimius. Per questa sua posizione, la foresta riveste anche un particolare interesse dal punto di vista turistico.
La foresta di Capo Ferrato è soggetta a tutela paesistica come enunciato nel Decreto Legge n. 490, 1999 (già L 1497/39), art. 139 e 146. 

Superficie: 195 ettari
Tel/Fax: 070 995052 

Aspetti climatici:
Il complesso forestale dal punto di vista fitoclimatico si può ascrivere al Lauretum caldo del Pavari, e secondo la classificazione del Quezel rientra nella fascia termo-mediterranea.
Aspetti geopedologici:
I graniti paleozoici e le rocce effusive acide del Cenozoico e relativi depositi di versante del massiccio del Monte Ferru ne caratterizzano il substrato litologico, l’estensione altimetrica va dai 25 m s.l.m. fino ai 300 m s.l.m. in corrispondenza del Monte Ferru con una morfologia accidentata ed un esposizione prevalente a Sud-Est. Il Riu Su Tubbio rappresenta il corso d’acqua principale che attraversa questa foresta.
Aspetti vegetazionali:
Dal punto di vista fitoclimatico la foresta demaniale di Capoferrato si può ascrivere al Lauretum caldo del Pavari, e secondo la classificazione del Quezel nella fascia termo-mediterranea, pertanto in questa fascia litoranea si può trovare la tipica macchia termoxerofila di sclerofille sempreverdi a lentischio (Pistacia lentiscus L.), ginepro fenicio (Juniperus phoenicea L.) ed euforbia arborea (Euphorbia dendroides L.), con sporadici esemplari di olivastro (Olea europea L. var. sylvestris Brot.) e fillirea angustifolia (Phyllirea angustifolia L.) e qualche pianta relitta di leccio.
Come si raggiunge:
Vi si accede dalla litoranea “Costarei-Montenai-San Priamo, che attraversa il complesso forestale nel settore orientale per circa 1 km.
Condividi:
Scheda
Tipologia:
Servizio di appartenenza:
Complesso forestale di afferenza:
Approfondimenti

Contenuti correlati

Potrebbe interessarti anche:

  • Paesaggi modellati da ondulazioni granitiche tormentate e sassose, intervallate da vaste aree incolte oppure a macchia o a boscaglia spesso diradata. luoghi che imprimono alle...
  • Un'area ricca di suggestioni paesaggistiche e di beni naturali (flora e fauna) inserita in una rete di viabilità forestale che favorisce l'escursionismo: per raggiungere le...
  • Il Monte Arrubiu-Casargius ed il Monte Genis si sviluppano tutti lungo l'asse Ovest-Est del perimetro forestale. La quota più elevata è Monte Genis con una altitudine di 979 mt s...
  • La foresta di Linas è stata acquisita come proprietà demaniale da privati. Si trova nel cuore del territorio del M. Linas, che con i suoi 1236 m s.l.m.m. rappresenta il complesso...
  • Il cantiere forestale di Monte Novu, posto nella parte centrale del massiccio del Gennargentu, si estende per una superficie complessiva di ha 3558 ed è pervenuto in concessione...
  • Il Perimetro forestale di Allai si estende per 1042 ha sulle pendici nord-occidentali del Monte Grighine; è stato gestito dall’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste fino al...
  • Il presidio Forestale di Mariani fa parte del complesso forestale Goceano
  • Compendio di circa 225 ettari gestiti a titolo di occupazione temporanea
  • Sa Mela è un cantiere forestale gestito separatamente dagli altri terreni in comune di Lodè, e va a costituire un corpo indipendente di estensione complessiva di circa 1694 ettari...
  • Con i suoi circa 10 mila ettari di foresta e macchia mediterranea, il comprensorio della foresta demaniale di Settefratelli è senza dubbio uno dei luoghi più affascinanti e...
  • L'UGB Sa Conchedda - Loelle è formata da due corpi separati. Nasce dall'unione delle ex UGB di Sa Conchedda e di Loelle.