Lupino

Lupinus luteus  (ph: G. Lai)

Il Lupino giallo è una pianta erbacea annuale con radice a fittone, ramosa; il fusto è eretto, pubescente. Le foglie sono ovali e allungate, alterne, molli, inserite come le dita di una mano su un lungo picciolo, composte da segmenti oblanceolati, mucronati, con peli sparsi. I fiori, gialli, profumati, dalla tipica corolla papilonacea, sono riuniti in inflorescenze a grappolo all’estremità del fusto. Il frutto è costituito da un legume lanoso.

Corologia:
Originario dell'America centrale delle zone meridionali degli Stati uniti e delle regioni sudamericane a clima temperato-caldo, è una delle piante più diffuse in Gran Bretagna ed in generale in tutti i paesi nordici dell'Europa. La specie è presente nell'Italia meridionale. Tipo corologico: mediterraneo occidentale.
Fenologia:
Fiorisce da aprile a giugno.
Habitat:
Predilige gli incolti aridi con terreni tendenzialmente acidofili da 0 a 600 m. di altitudine.
Forma biologica:
Terofita scaposa
Curiosità:
Il nome del genere (Lupinus) deriva dal latino "lupus" ovvero lupo, per l'azione depauperante della pianta sul suolo. Il seme torrefatto veniva utilizzato come surrogato del caffè nel territorio di Dorgali. In Corsica il seme si consuma in minestroni e nei ragù, come quello di fagiolo, e da esso, macinato, si otteneva una farina. Con i semi e la farina si possono fare maschere cosmetiche ad azione emolliente. In agricoltura si coltiva soprattutto come sovescio per fertilizzare il terreno dato il suo alto contenuto in azoto.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Lupinus luteus
Nome sardo:
Canajoli, lupinu grogu
Flora:
Famiglia:

Potrebbe interessarti anche:

  • Albero alto fino 30 metri di altezza, con chioma espansa che si forma ad una certa distanza dal suolo. Il tronco si presenta regolare, con la corteccia lucida e liscia di color...
  • Cresce in praterie piuttosto evolute, negli angoli più aridi dei prati da sfalcio, ai margini di boschi o delle strade, su suoli argillosi piuttosto profondi, preferibilmente al...
  • Albero di medie dimensioni, generalmente di altezza intorno ai 12 – 15 m, può comunque superare i 20 m; ha una chioma piramidale molto densa, il tronco è dritto o arcuato...
  • Pianta alta 5-25 cm. Foglie inferiori a rosetta, ovato-lanceolate con apice ottuso, le superiori avvolgenti. Fusto angoloso superiormente; infiorescenza lassa, composta da 2-8...
  • Pianta slanciata alta 20-40 cm, con fusto glabro ed eretto. Foglie, da lanceolate a subspatolate, acute, lunghe fino a 15 cm.; le basali sono disposte a rosetta, le superiori più...
  • Pianta arbustiva, alta fino a 1.5 metri con rami lassi e talvolta ricurvi, con robuste spine, densamente pubescenti. Diffusa in tutta la Sardegna, è un arbusto caducifoglio, con...
  • Albero sempreverde, alto 15-18 m, può raggiungere dimensioni maggiori in esemplari molto vecchi (nel Supramonte sardo è stata segnalata una pianta di 28 metri di altezza; Cabiddu...
  • Cespuglio o alberello con rami spinescenti alto 6-8 metri. Corteccia del fusto irregolarmente screpolata. Foglie a lamina stretta lanceolata, con margine intero, leggermente...
  • Pianta alta 20-80 cm. , generalmente robusta, con fusto eretto, di colore brunastro, grigiastro o violaceo, senza vere foglie, ma con brattee guainanti dello stesso colore...
  • Le sue dimensioni generalmente non superano i 10 metri di altezza, anche se sono stati osservati esemplari di 24 metri. La chioma è densa, conico-piramidale. Tronco dritto ed...
  • Portamento arboreo con chioma ovato-piramidale e rami eretti; raggiunge i 20 metri di altezza .
  • Piccolo arbusto sempreverde alto fino a 50cm. Condivide il nome comune di " erba dei gatti " o " erba gattaria " con la Nepeta cataria e la Valeriana officinalis : il nome è...