Scricciolo

Origine zoogeografica:
Oloartica
Areale di distribuzione:
Migratore parziale. Ben distribuito in quasi tutta l’Europa spingendosi sino ai paesi più freddi come la Russia e la Scandinavia. E’ presente inoltre in Canada, lungo le coste degli Stati Uniti, in Giappone e in Africa settentrionale. In Italia è un uccello molto diffuso e nidificante.
Identificazione:
Uccello di piccole dimensioni dalla corporatura compatta e ben arrotondata, bruno fittamente barrato, con coda breve spesso portata all’insù. Inferiormente si presenta chiaro con sopracciglio e gola color crema. Becco sottile e ali piccole. Non presenta dimorfismo sessuale.
Habitat:
Uccello legato a diversi ambienti come boschi, siepi, prossimità di torrenti, aree coltivate, parchi, purchè in presenza di una fitta vegetazione arborea. Si nutre prevalentemente di piccoli insetti, bruchi, vermi, ecc che trova a terra e fra le foglie. In primavera non disdegna anche qualche bacca.
Riproduzione:
Con l’arrivo della primavera avviene la costruzione del nido ben nascosto tra i rami degli alberi, o nelle cavità dei muri o delle rocce. La femmina vi depone dalle 5 alle 8 uova circa. I piccoli nascono dopo circa quindici giorni di incubazione.
Status di conservazione:
Non minacciata a livello regionale
Fattori di minaccia:
Riduzione ed alterazione degli habitat.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna, All. II; DIR. CEE 409/79, All. I
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Troglodites troglodites
Nome sardo:
Cherri, cidhi, muschita, pisirica
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • Piccola aquila di dimensioni simili a quelle della Poiana, ma con ali più lunghe e più strette. La coda è lunga e squadrata. Testa e collo non particolarmente sporgenti. Femmina...
  • Lungo 20 cm circa, si riconosce per la colorazione nera, più scura nel maschio che nella femmina. Durante l’inverno compaiono delle piccole macchie biancastre agli apici delle...
  • L’adulto è lungo 8-12 millimetri e presenta una colorazione rossa con disegni geometrici neri che ricordano dei motivi tribali africani. Le ali sono ridottissime, inadatte al volo.
  • Di dimensioni minori del Cormorano, con una lunghezza di circa 75 cm, il collo più sottile e più corto, il becco più piccolo e la testa più sottile. Il corpo si presenta di un...
  • Grosso uccello d’acqua, di colore nerastro, dal becco possente di colore giallastro, cilindrico e fortemente uncinato in cima, confuso il più delle volte con il Marangone dal...
  • Specie strettamente legata all’ambiente marino. Simile al Gabbiano reale ma più snello e agile, con le ali più lunghe e più strette, di dimensioni inferiori, il becco rosso e le...
  • La specie veniva considerata come razza geografica della Raganella italiana, ma di recente è stata elevata al rango di specie a sè stante. La pelle è liscia e piuttosto viscida,...
  • La lunghezza testa-tronco è di 41-54 (58) mm mentre l’apertura alare può raggiungere i 250 mm. Il colore del mantello è rossastro con il ventre color crema. Una delle...
  • La lunghezza testa-tronco è di circa (48) 50-62 (65) mm, un’apertura alare di (208) 305-350 mm. La colorazione del dorso è di una tonalità bruno-grigio scuro, il ventre grigio o...
  • Ha un’apertura alare tra i 65 e gli 86 millimetri. L’aspetto è appariscente: ali anteriori gialle con macchie e venature nere, ali posteriori con una fascia blu e un ocello rosso...
  • È una piccola farfalla, con un’apertura alare di 22-30 millimetri. Le ali anteriori sono arancioni, con macchie brune, mentre quelle posteriori sono scure con una fascia arancione...