Rondine

rondine in volo (foto C.Mascia)

Gli Irundinidi sono una famiglia di uccelli passeriformi caratterizzati dal loro adattamento alla nutrizione aerea e conosciuti come "rondini" e "topini". 
Le loro capacità di cacciare gli insetti in volo sono dovute ad un corpo esile e aerodinamico e lunghe ali a punta.  

La rondine comune, che arriva nelle nostre città in primavera, costruisce il nido con fango (raccolto da terra sfiorando la superficie del terreno) dandogli una forma molto particolare: una semiscodella aperta superiormente che viene posizionato sotto le travi o le grondaie e comunque ben riparato e facilmente accessibile; nel nido depone 3-5 uova che sono incubate dalla femmina. I pulcini sono curati da entrambi i genitori.

È una specie che ama stare in gruppo, tranne che nel periodo di riproduzione.

Si posa sui fili, sulle grondaie ma anche sopra gli alberi.
Per bere invece raggiunge l'acqua sfiorandone la superficie in volo.

 

Extra

Le rondini sono eccellenti volatori e utilizzano questa abilità per procurarsi il cibo e per attirare i compagni.

Alcune specie sono territoriali, mentre altre non lo sono e semplicemente difendono il proprio nido.
I maschi scelgono un sito per il nido e poi attirano le femmine con il canto e con il volo. 
Nelle specie che nidificano in colonie la dimensione del territorio da difendere tende ad essere piccola ma può essere molto più grande per quelle specie che nidificano da sole. 
Lontano dalla stagione riproduttiva (estate) alcune specie possono formare grandi stormi, e possono anche riposare radunate in grandi gruppi: questo comportamento le protegge dai predatori (come sparvieri e falchi soprattutto).

Origine zoogeografica:
Si ritiene che questa famiglia di passeriformi si sia originata in Africa, dove si rinviene ancora la maggiore diversità di specie (le rondini africane non sono migratorie).
Areale di distribuzione:
In Norvegia e Finlandia le rondini nidificano bene a nord del Circolo polare artico. Le rondini europee per lo più migrano in Africa a sud del Sahara. Curiosamente, le popolazioni provenienti dalle isole britanniche e dall'Europa settentrionale si dirigono più a sud rispetto a quelle dell'Europa centrale e meridionale, volando fino in Botswana e in Sudafrica. Alcune rondini trascorrono regolarmente l'inverno nel sud della Spagna...
Identificazione:
Piccole dimensioni (18-20 cm e apertura alare di 30-35 cm), è tra gli uccelli più comuni in Europa. Il maschio adulto ha il piumaggio superiormente di colore blu-nero con riflessi metallici, che vicino al becco diventa bruno-rossiccio mentre il petto è color bianco-crema. Le ali remiganti sono più brune-scure con riflessi metallici verdi. La coda è nera, lunga e biforcuta. Il becco è piccolo e nero. Le zampe sono scure. La femmina ha una coda leggermente più corta e le parti inferiori del corpo sono bianco candido. I piccoli presentano colori più opachi e senza riflessi,piumaggio marroncino chiaro vicino alla testa, coda più corta e meno filiforme.
Habitat:
Le rondini hanno una distribuzione cosmopolita e si riproducono in tutti i continenti eccetto l'Antartide.
Fattori di minaccia:
Alcune specie di rondine sono minacciate di estinzione dalle attività umane, anche se altre specie hanno beneficiato dell'ambiente degli esseri umani e dai cambiamenti che questi hanno apportato all'habitat.
Curiosità:
Simbolo della primavera, ma anche delle migrazioni. Esistono 15 specie del genere Hirundo.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Hirundo rustica
Nome sardo:
Santa Luxìa, Rùndhine, rùnnine, orròndine, arrùndili, rùndina
Classe:
Ordine:
Fauna:
Approfondimenti

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • È una grande ape solitaria lunga fino a 3 centimetri. Il suo corpo è interamente nero e peloso, con riflessi violacei soprattutto sulle ali. È dotata di un robusto pungiglione.
  • Piccola aquila di dimensioni simili a quelle della Poiana, ma con ali più lunghe e più strette. La coda è lunga e squadrata. Testa e collo non particolarmente sporgenti. Femmina...
  • La specie veniva considerata come razza geografica della Raganella italiana, ma di recente è stata elevata al rango di specie a sè stante. La pelle è liscia e piuttosto viscida,...
  • Felino carnivoro, presente solo nelle zone interne e montuose, nei boschi dell'Isola. Difficilissimo riuscire a vederlo, quasi impossibile fotografarlo: specie elusiva per...
    Molto più robusto e forte rispetto ai gatti domestici (lunghezza testa-corpo: fino a 70 cm). Ha una caratteristica coda, lunga circa metà del corpo, che termina di netto come se...
  • È una farfalla di medie dimensioni con un’apertura alare che può variare da 50 a 60 millimetri. La femmina ha le ali con una sfumatura verdastra. Nel maschio le ali sul lato...
  • Specie strettamente legata all’ambiente marino. Simile al Gabbiano reale ma più snello e agile, con le ali più lunghe e più strette, di dimensioni inferiori, il becco rosso e le...
  • Il corpo è stretto e allungato, e misura 13-17 millimetri. Le zampe anteriori sono adattate alla cattura delle prede. Le altre 4 zampe, molto lunghe, sono utilizzate per scivolare...
  • Uccello boschereccio di circa 34 cm di lunghezza, possiede il piumaggio di colore “mimetico” con parti inferiori del corpo giallastre barrate, con barrature nere sul collo e...
  • Rapace di grandi dimensioni con testa piccola ma sporgente. Maschi e femmine simili. A distanza appare evidente il contrasto fra la testa chiara e la restante parte superiore...
  • si distingue per la presenza di squame dorsali grandi, embricate e fortemente carenate, e per la presenza di un collare. Coda lunga circa il doppio della lunghezza testa-corpo...
  • Questa formica, che misura 4-6 millimetri, ha la testa di colore rosso cupo e il resto del corpo nero. Le antenne sono a forma di “L” e clavate. La regina ha le stesse...