Ratto delle chiaviche

Origine zoogeografica:
Cosmopolita
Areale di distribuzione:
Originario delle regioni Siberiane, si è diffuso facilmente in tutto il mondo sfruttando anche i mezzi di trasporto legati all’attività umana. È presente in tutto il territorio italiano comprese le due Isole maggiori. La sua presenza in Europa risale al periodo medievale.
Identificazione:
Specie filogeneticamente ben distinta da Rattus rattus ma spesso confuso. Il Rattus norvegicus ha il corpo più tozzo, orecchie più corte e muso meno pronunciato. Superiormente la sua colorazione è marrone-grigio con peli sparsi neri, mentre le parti inferiori sono di colore grigio pallido., il pelo ispido e la coda più corta del corpo. La lunghezza è di 40 cm con la coda.
Habitat:
La specie vive sia in campagna che nelle aree urbanizzate a stretto contatto con l’uomo dal livello del mare fino alla media collina. In campagna è un frequentatore abituale di paludi, canali e fiumi; in città predilige le discariche, i porti, fognature, aree verdi, cantine. E’ principalmente notturno e si allontana dalla sua tana all'approssimarsi del tramonto. Il ratto delle chiaviche è praticamente onnivoro, comprendendo residui di ogni tipo, sia di origine vegetale che animale. È un animale con abitudini gregarie, formando spesso gruppi numerosi in cui un grosso maschio è dominante. A parte qualche carnivoro, il nemico più acerrimo del Ratto delle chiaviche è l’uomo, che da anni combatte una vera e propria guerra. Infatti data la sua attitudine al sinantropismo presenta notevoli implicazioni sia economiche che igienico-sanitarie. I danni causati da questa specie sono veramente di proporzioni rilevanti; rosicchiano fili elettrici, tubi, cemento, mangiano e inquinano una quantità notevole di derrate alimentari.
Riproduzione:
E’ un animale molto prolifico, gli accoppiamenti se l’alimento è abbondante possono avvenire tutto l’anno con una punta massima di 5-6 parti annuali. Il nido è costruito con foglie, pezzi di carta e di stoffa, ramoscelli.
Fattori di minaccia:
Il Ratto delle chiaviche è una specie infestante ben adattata a vivere a stretto contatto con l’uomo e le sue abitudini onnivore non la rendono minacciata.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Rattus norvegicus
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • <body/>
    Ha il corpo peloso e tozzo, scuro, con una banda arancione appena visibile dietro il capo e una dello stesso colore, ma ben visibile, nell’addome. Questo ha l’ultimo segmento di...
  • È simile al Macaone (Papilio machaon), da cui si discosta per la presenza di “code” più corte e per le macchie rosse più piccole sulle ali posteriori. L’apertura alare va dai 6 a...
  • Le dimensioni della specie sarda (corpo lungo 39-51 cm, peso 1,5-2,5 kg) sono di poco superiori a quelle del coniglio, da cui si differenzia per orecchie e zampe posteriori più...
    Le dimensioni della forma sarda (lunghezza del corpo 39-51 cm, peso kg.1,5-2,5) sono di poco superiori a quelle del coniglio da cui si differenzia per le orecchie e le zampe...
  • si distingue per la presenza di squame dorsali grandi, embricate e fortemente carenate, e per la presenza di un collare. Coda lunga circa il doppio della lunghezza testa-corpo...
  • L'assiolo - o assiuolo - misura poco più di 18 cm. Il suo piumaggio è notevole: il pattern ricorda una corteccia d'albero, ma a toccarla certamente è una soffice coltre piumata...
    Lungo 19 cm, con un’apertura alare di 53-63 cm ed un peso di 55-130 g. Il piumaggio è superiormente bruno scuro lievemente vermicolato, con sfumature rossicce; inferiormente...
  • Si riconosce per le grosse dimensioni che caratterizzano gli esemplari adulti. Volo elegante, abitualmente planato e volteggiato.
    Si riconosce per le grosse dimensioni che caratterizzano gli esemplari adulti. Volo elegante, abitualmente planato e volteggiato. Volteggia con rari battiti d’ala e tenendo le ali...
  • La specie si riconosce per il caratteristico colore bianco con le remiganti nere, le zampe lunghe e rosse, il becco lungo e rosso arancio ed infine per la forma slanciata del...
  • Il nome ( Glandarius ) di questi uccelli dal piumaggio inconfondibile deriva dal latino " produttore di ghiande "... possono interrarne un migliaio all'anno (per fare provvista...
    Uccello lungo circa 32 cm con becco corto e robusto leggermente uncinato in punta, di medie dimensioni e di forme raccorciate. La colorazione è bruno rosato superiormente,...
  • Ha le dimensioni di un cane di media taglia ed è più piccola della foma continentale (lunghezza testa - corpo 59-64 cm), la coda è caratteristica, folta e lunga circa metà del...
  • È una grande ape solitaria lunga fino a 3 centimetri. Il suo corpo è interamente nero e peloso, con riflessi violacei soprattutto sulle ali. È dotata di un robusto pungiglione.
  • Le dimensioni degli adulti raggiungono i 37 cm, con un peso di 450-750 g. Uccello di medie dimensioni dal becco compresso e appuntito e zampe molto lunghe per muoversi con agilità...
  • Le caratteristiche generali dell’asinello albino sono quelle comuni alla popolazione di asinelli sardi, dai quali si discostano poco. L’origine di questi animali non è stata...