Pettegola

Origine zoogeografica:
Euroasiatica
Areale di distribuzione:
Diffusa in Islanda, Isole Britanniche, Europa continentale e localmente in quella meridionale, Asia centrale. In Sardegna la Pettegola nidifica in numero molto basso ed è presente principalmente come specie svernante. Nidifica nelle zone umide di Cagliari e dell’Oristanese.
Identificazione:
La colorazione della Pettegola è grigio brunastra su tutto il corpo, fittamente striato di nero e grigio nelle parti superiori. Il basso ventre si presenta leggermente più chiaro. Le zampe hanno una colorazione rosso arancio, becco rosso con apice nero. Le sue dimensioni sono medio piccole, ha forme eleganti con becco di media lunghezza, zampe lunghe e coda quadrata. Durante il volo si può osservare una fascia chiara sul bordo posteriore delle ali. Lungo cm 27-28, peso gr. 100-140. Il volo è rapido con frequenti battiti d’ala, sul terreno si muove facilmente.
Habitat:
La Pettegola ama frequentare le lagune, gli stagni, gli estuari e le saline. Specie dal carattere inquieto e rumoroso, diffidente che invola al primo cenno di pericolo, emettendo un verso di allarme. Spesso si osserva in piccoli gruppi o, a volte, in branchi numerosi. La dieta è costituita da insetti, crostacei e molluschi, ma spesso non disdegna i vegetali. Ricerca il cibo tra il fango e sul fondo dei bassi fondali.
Riproduzione:
L’epoca degli amori inizia in aprile col corteggiamento. Il nido viene costruito su piccoli fossi sul terreno, ricoperti di morbido materiale vegetale, sui quali vengono deposte generalmente 4 uova color crema e punteggiate di marrone, che sono incubate anche dal maschio per circa 23-24 giorni.
Status di conservazione:
Rara a livello regionale, italiano.
Fattori di minaccia:
Bonifica delle zone umide in generale. Inquinamento delle acque.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna (legge 503/1981, allegato III); L. R. 29 luglio 1998, n° 23.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Tringa totanus
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • si distingue per la presenza di squame dorsali grandi, embricate e fortemente carenate, e per la presenza di un collare. Coda lunga circa il doppio della lunghezza testa-corpo...
  • Si tratta di una natrice di dimensioni contenute, che oscillano tra i 70 e i 100 cm di lunghezza. Le femmine sono più grandi dei maschi. La testa è ben definita rispetto al corpo...
  • La sua apertura alare va dai 39 ai 48 millimetri. La femmina è leggermente più piccola del maschio. Ha ali bianche con una macchia nera e apice nero nelle femmine, mentre nei...
  • Passeriformi dall'aspetto robusto e inconfondibile per forma e colorazione, e per la testolina squadrata ed il becco conico. Uccello di indole gregaria, frequenta boschi, siepi,...
    Il fringuello è un uccello molto comune che può raggiungere una lunghezza di 17 cm. Piumaggio variegato e inconfondibile. Il maschio ha il groppone verdastro, il petto rossastro,...
  • È uno sfingide piccolo, con un’apertura alare di 50 millimetri. Le ali anteriori sono brune con linee ondulate nere, mentre quelle posteriori sono arancioni. Il bruco, di un...
  • Il Cervo sardo-corso, è il più grande mammifero selvatico presente in Sardegna, costituisce la sottospecie endemica sardo-corsa del Cervo europeo ( Cervus elaphus Linnaeus , 1758).
    Il cervo sardo si distingue dalla specie nominale europea per alcuni caratteri morfologici come adattamento alle condizioni di insularità. Le dimensioni del corpo sono inferiori...
  • Gli adulti possono raggiungere i 30 cm di lunghezza, anche se le dimensioni sono solitamente minori, la coda rappresenta quasi la metà della lunghezza totale. Si tratta di uno...
  • È una farfalla di medie dimensioni con un’apertura alare che può variare da 50 a 60 millimetri. La femmina ha le ali con una sfumatura verdastra. Nel maschio le ali sul lato...
  • E’ molto simile alla donnola ma di dimensioni superiori (lunghezza testa - corpo 39-51cm, peso kg. 1-1,2) e ha una caratteristica macchia pettorale molto allungata di colore...
  • E’ una specie tozza col collo grosso, con una lunghezza di 45 cm, un’apertura alare di 80-92 cm e un peso di 175-370 g. Sessi simili. La colorazione del piumaggio è fulvo chiaro...
  • La specie si riconosce per il caratteristico colore bianco con le remiganti nere, le zampe lunghe e rosse, il becco lungo e rosso arancio ed infine per la forma slanciata del...
  • L'assiolo - o assiuolo - misura poco più di 18 cm. Il suo piumaggio è notevole: il pattern ricorda una corteccia d'albero, ma a toccarla certamente è una soffice coltre piumata...
    Lungo 19 cm, con un’apertura alare di 53-63 cm ed un peso di 55-130 g. Il piumaggio è superiormente bruno scuro lievemente vermicolato, con sfumature rossicce; inferiormente...