Gallinella d’acqua

Gallinella d'acqua
Origine zoogeografica:
Subcosmopolita
Areale di distribuzione:
Distribuita in Europa, Asia occidentale ed Africa settentrionale. Presente in Sardegna come specie stanziale, nidificante sulle zone umide, anche interne (fiumi e laghi).
Identificazione:
La Gallinella d’acqua è un uccello massiccio di dimensioni medie, con un piumaggio bruno – nerastro e una larga e irregolare striscia bianca sui fianchi, sottocoda bianco con stria centrale nera. Leggermente più piccola della folaga, è lunga 32-33 cm, un’apertura alare di 50-55 cm e un peso di 210-280 gr. Le zampe sono verdognole mentre il becco e la placca frontale sono rossi (il becco sulla punta è giallo vivo). La livrea dei giovani è prevalentemente marrone con sfumature biancastre. E’ una discreta nuotatrice con volo lento e breve a zampe pendenti.
Habitat:
Frequenta zone umide con fitta vegetazione, fiumi a corso lento, risaie e praterie in prossimità dell’acqua. E’ un uccello territoriale, di indole sospettosa, confidenziale quando non è disturbata. Si nutre in prevalenza di sostanze vegetali ma anche di insetti, crostacei, molluschi, vermi. Il cibo viene ricercato sia sul terreno che sulla superficie dell’acqua. Ha abitudini prevalentemente solitarie ma spesso conduce una vita di coppia o al massimo forma gruppetti familiari durante la stagione invernale.
Riproduzione:
Nidifica tra le canne e in mezzo ai cespugli, talvolta anche su nidi galleggianti. Il periodo riproduttivo ha inizio già alla fine del mese di febbraio con i primi corteggiamenti. Durante questa fase il maschio sfodera un comportamento estremamente territoriale. Da aprile a giugno la femmina depone dalle 6 alle 11 uova, che vengono covate anche dal maschio per circa 20 giorni. I pulcini divengono indipendenti dopo 3-4 settimane.
Status di conservazione:
Specie il cui status non è sufficientemente conosciuto
Fattori di minaccia:
Le opere di bonifica, l’alterazione degli habitat, l’inquinamento delle acque, hanno ridotto notevolmente il suo areale.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna (legge 503/1981, allegato III); Dir. CEE 79/409 All. II/2
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Gallinula chloropus
Nome sardo:
Pudda ' e modde, Pudda ' e abba
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Galleria immagini

Potrebbe interessarti anche:

  • E’ una delle anatre selvatiche più rare in Italia. Il piumaggio è color mogano scuro, mentre il ventre, lo specchio alare ed il sottocoda sono color argento. Non presenta mai del...
  • Tra i falconiformi è uno dei più belli. Ha una lunghezza di 48-55 cm. e un’apertura alare di 115-130 cm. Becco curvo nerastro con cera gialla.. Vista acutissima. Presente un...
  • Si riconosce per la grossa mole, per le grandi orecchi parzialmente unite alla base e dirette in avanti, per la notevole sporgenza della coda oltre il margine della membrana...
  • È una grande ape solitaria lunga fino a 3 centimetri. Il suo corpo è interamente nero e peloso, con riflessi violacei soprattutto sulle ali. È dotata di un robusto pungiglione.
  • È una farfalla piuttosto piccola, con una apertura alare di 20-24 millimetri, di color marrone opaco con sfumature azzurre alla base delle ali. Inferiormente, le ali sono di...
  • L’adulto è lungo 8-12 millimetri e presenta una colorazione rossa con disegni geometrici neri che ricordano dei motivi tribali africani. Le ali sono ridottissime, inadatte al volo.
  • <body/>
    Rapace notturno, caratterizzato da un disegno facciale a cuore e ciuffi auricolari assenti. E’ lungo 34 cm., con un’apertura alare di 85-93 cm, e un peso di 280-450 g. Gli occhi...
  • L’astore è uno dei più eleganti rapaci europei, lungo 48-60cm, con un’apertura alare di 86-120 cm e un peso di 500-1100 g. La femmina è più grande del maschio. La colorazione è...
  • Sessi simili. Rapace lungo 50-55 cm, apertura alare di 113-128 cm, peso 600-1400 gr. È un rapace diurno, facilmente riconoscibile per la silhouette di volo (collo tozzo e robusto...
  • Il Gheppio è un piccolo falco dalla sagoma snella e agile, con le ali appuntite, la coda stretta barrata di nero sul bordo e la testa rotondeggiante. Dimorfismo sessuale. La parte...
  • Il ragno vespa ( Argiope fasciata ) è specie abbastanza comune, chiamato così per la colorazione dell'addome giallo-nero che lo rende simile alle vespe. Viene anche chiamato...
    Il nome deriva dal greco: argós che significa lucente. Lucente è il suo addome (è argenteo e bianco) con tante macchie rosse e bianche. Le zampe sono lunghe con chiazze scure e...
  • Ha un corpo allungato, di circa 10 mm, dall’elegante colore verde. Le grandi ali, trasparenti e reticolate, sono ripiegate a tetto sul dorso. Dotata di lunghe antenne filiformi,...