Fistione turco

Origine zoogeografica:
Euroturanica
Areale di distribuzione:
Presente in Asia occidentale e centrale, Europa centrale e meridionale. È presente come nidificante nell’Oristanese con una popolazione fortemente ridotta. In Italia sono presenti altre piccoli nuclei lungo la costa dell’alto Adriatico e quella del medio Tirreno.
Identificazione:
Specie tuffatrice con la testa molto grossa, con un’apertura alare di 84-88 cm e una lunghezza di 55 cm. Il maschio è bruno scuro superiormente, testa castana con un corto ciuffo erettile, il becco rosso, il petto e la parte posteriore del corpo è nero lucente e le zampe arancioni. La femmina ha la testa e il retro del collo bruno scuro, guance e parte anteriore del collo grigio chiaro.
Habitat:
Frequenta le lagune, i laghi, talvolta tratti di mare riparati. La sua dieta include prevalentemente sostanze vegetali. Si tratta di una specie gregaria che spesso si ritrova in compagnia di altre Anatre di specie diverse.
Riproduzione:
Nidifica in prossimità di laghi e stagni prediligendo aree umide ampie, con fitta vegetazione ripariale e sommersa. In Sardegna nidifica in stagni retrodunali d’acqua dolce ricchi di idrofite ed alofite (Iconografie degli uccelli d’Italia-Scheda di Alessandro Andreotti).
Status di conservazione:
Specie vulnerabile a livello regionale e nazionale.
Fattori di minaccia:
Alterazione e riduzione degli habitat. Occorre, al fine di garantire un adeguata protezione alla popolazione nidificante in Italia, tutelare gli habitat idonei e ricercare le cause che agiscono negativamente sulle colonie a livello locale.
Grado di protezione:
Convenzione di Berna (legge 503/1981, allegato III); Dir. CEE 79/409 All. II/2; L.R. 23/98.
Condividi:
Scheda
Nome latino:
Netta rufina
Classe:
Ordine:
Famiglia:
Fauna:

Potrebbe interessarti anche:

  • Uccello inconfondibile slanciato lungo circa 37 cm. Zampe lunghe rosse, collo e becco altrettanto lunghi. Il piumaggio della coda e del petto sono bianche in netto contrasto con...
  • E’ il più piccolo dei Myotis europei. La specie ha il labbro superiore molto peloso, il muso appuntito, l’orecchio più lungo che largo, il trago sviluppato per più di ¾ dell’...
  • Probabilmente si tratta dell' uccello notturno per eccellenza : tuttavia la civetta può essere attiva anche nel tardo pomeriggio o di prima mattina,ed è molto vigile anche nel...
    Il piumaggio degli adulti è bruno scuro con striature e macchie bianche superiormente, bianco-giallastro con barrature brune inferiormente. Ciuffi auricolari assenti. Ha la testa...
  • L'assiolo - o assiuolo - misura poco più di 18 cm. Il suo piumaggio è notevole: il pattern ricorda una corteccia d'albero, ma a toccarla certamente è una soffice coltre piumata...
    Lungo 19 cm, con un’apertura alare di 53-63 cm ed un peso di 55-130 g. Il piumaggio è superiormente bruno scuro lievemente vermicolato, con sfumature rossicce; inferiormente...
  • Di dimensioni minori del Cormorano, con una lunghezza di circa 75 cm, il collo più sottile e più corto, il becco più piccolo e la testa più sottile. Il corpo si presenta di un...
  • Il Grillaio è un piccolo falco, somigliante al Gheppio, ma che, a differenza di questo, frequenta le nostre zone solamente durante il periodo di nidificazione. Presenta uno...
  • Il Cervo sardo-corso, è il più grande mammifero selvatico presente in Sardegna, costituisce la sottospecie endemica sardo-corsa del Cervo europeo ( Cervus elaphus Linnaeus , 1758).
    Il cervo sardo si distingue dalla specie nominale europea per alcuni caratteri morfologici come adattamento alle condizioni di insularità. Le dimensioni del corpo sono inferiori...
  • Le sue caratteristiche fisiche lo fanno somigliare ad un ramoscello. Ha antenne corte, zampe lunghe, ed è privo di ali e di spine. Il colore va dal verde chiaro della fase...
  • Il corpo è lungo 10-16 millimetri e ha aspetto vellutato. La testa, il torace e le zampe sono di colore rosso brillante, l’addome è nero e presenta cinque macchie bianche. I...
  • È di piccole dimensioni, fra gli 11 e 14 mm. Il corpo è di colore bronzeo e sulle elitre ci sono delle macchie giallastre con bordi scuri. Gli occhi sono grandi, le possenti...
  • La specie si distingue nettamente dalle altre testuggini per la forma allungata del carapace e la sua colorazione bruno scuro, con areole giallastre al vertice di ogni scudo che...