Richiedere all'Agenzia Forestas la fornitura di materiali di propagazione forestale

Ultimo aggiornamento: 
20/06/2019
vivaio produttivo di Bagantinus - il garden (Foto Alessio Saba)

INFORMAZIONI GENERALI

L'attività forestale nei cantieri gestiti dall'Agenzia Forestas porta, tra le positive conseguenze, una grande produzione di MATERIALE DI PROPAGAZIONE FORESTALE (con queste parole si intende descrivere semi, piantine o parti di piante utili per la messa a dimora di specie vegetali, soprattutto flora sarda).

Questo materiale, in parte utilizzato per la cantieristica forestale, può anche essere destinato ai privati in varie forme (VENDITA O CESSIONE O COMODATO d'uso).
Questo è l' elenco delle SPECIE COLTIVATE aggiornato ed approvato a giugno 2017 dalla Direzione Generale

LA PROCEDURA

Il procedimento gestisce la Vendita o Cessione di materiale di propagazione forestale: modalità e criteri per la richiesta e l'eventuale concessione, sono regolati come segue.

DESTINATARI e REQUISITI

Enti Pubblici, privati cittadini, istituzioni civili e militari, enti morali, Associazioni di Volontariato e O.N.L.U.S.

La cessione a TITOLO GRATUITO per iniziative varie

Il richiedente dovrà compilare l'Allegato G, apponendo la marca da bollo, se dovuta, e la cessione avviene nei casi in cui l’Agenzia patrocini o presti la propria collaborazione per iniziative promosse da Enti Pubblici, istituzioni civili e militari, enti morali, Associazioni di Volontariato e O.N.L.U.S. su tematiche attinenti le proprie finalità istituzionali, con l’apporto di materiale vivaistico.

DOVE INVIARE LE RICHIESTE

Le richieste di patrocinio devono essere inviate alla Direzione Generale ed il patrocinio viene rilasciato dall’Amministratore Unico, sentito il Direttore Generale.
Nel caso di rilascio del patrocinio per iniziative che abbiano una particolare rilevanza, l’Amministratore può deliberare affinché i limiti per la concessione di piante, relativi alla quantità ed alla loro grandezza, possano essere superati. 

Quantità e limitazioni

  • per un massimo di 200 piantine gratuite, per singolo richiedente e per anno solare
  • piante e arbusti forestali - non ornamentali - esclusivamente prodotte in fito-contenitore e/o in vasetto rigido, al primo o secondo anno di produzione
  • potrà essere concesso un ulteriore quantitativo di piantine in vaso nei diametri da Ø 12 a 24 cm non eccedente comunque le 20 unità 

 

QUALI SOGGETTI POSSONO ottenere la cessione gratuita 

  1. Amministrazioni Comunali in applicazione dell’art. 1, comma 1°, della Legge n.113/92, come modificato dalla legge n. 10/2013, vale a dire per la messa a dimora per il comune di residenza un albero per ogni neonato, anche nel caso di comuni inferiori con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti.
  2. Enti Pubblici e istituzioni civili e militari per fini istituzionali (Festa delle forze Armate, Monumenti aperti, abbellimento delle sedi di rappresentanza, di piazze e giardini storici ecc.) di proprietà pubblica 
  3. Enti Pubblici e Istituti Scolastici, che aderiscono alla “Giornata Nazionale dell’Albero
  4. Enti Pubblici, istituzioni civili e militari, Associazioni di volontariato, O.N.L.U.S., Enti morali e/o Associazioni (permanenti e temporanee) per attività di educazione ambientale e/o per manifestazioni a scopo benefico
  5. istituzioni scientifiche, per progetti di Sperimentazione e Ricerca, nell'ambito agrario e forestale, ambientale e conservativo della biodiversità, in un’ottica di collaborazione e scambio, oppure quando sia favorito lo scambio d’informazioni e quando l'obiettivo della ricerca sia anche di interesse per l'Agenzia.

Cessione a TITOLO GRATUITO per progetti di rimboschimento

In questo caso, potrà procedersi alla fornitura gratuita di piante forestali agli Enti Pubblici  per rimboschimento, rinaturalizzazione e recupero ambientale di aree degradate di proprietà, non urbane, per finalità pubblica. Le piante fornite saranno: specie autoctone, prodotte a radice nuda, e/o in fito-contenitore e/o in vasetto rigido, del primo o secondo anno, secondo i dettami del Piano Forestale Regionale Ambientale.  Rientrano nella fattispecie anche i progetti che hanno ottenuto un finanziamento pubblico, purchè in tale finanziamento non si prevedano fondi per l'acquisto per le piantine (in tal caso le piantine andranno acquistate).

Come e dove fare la richiesta

Gli Enti dovranno richiedere la fornitura al Servizio territoriale competente dell’Agenzia,  in questo modo: allegando il programma di massima corredato dalla necessaria documentazione (relazione, elaborati grafici, titolo di possesso dei terreni e quanto serva per attestare i requisiti di cui ci si avvale per rientrare nelle specifiche categorie che danno titolo alla fornitura gratuita) per consentirne l’istruttoria; in seguito la pratica sarà trasmessa alla Direzione Generale per il nulla osta al progetto.

Cessione a titolo di COMODATO d'USO GRATUITO e TEMPORANEO

I vivai producono piante rappresentative della flora autoctona della Sardegna che possono essere utilizzate per l’allestimento di spazi ornamentali in manifestazioni, fiere, mostre, convegni, ecc. ma che dovranno disporre di ambienti idonei e di personale che provveda alla cura delle piante in comodato. La mancanza di assicurazioni in tal senso, potrà determinare il diniego alla concessione.

L’utilizzo potrà essere concesso anche a favore di Enti Pubblici, istituzioni civili, militari e religiose, enti morali, associazioni ambientaliste, di Volontariato e O.N.L.U.S, Ditte e soggetti privati.

All’atto della consegna sarà verificato, in contraddittorio con il richiedente, lo stato vegetativo delle piante concesse. Al termine stabilito nell'atto di concessione, il comodatario dovrà rendere a sua cura e spese le piante all'Agenzia Forestas, con le modalità e termini che saranno stati indicati al momento della concessione. Alla riconsegna delle piante, il Servizio Territoriale competente verificherà in contradditorio con il comodatario le condizioni vegetative delle piante e trasmetterà una relazione alla Direzione Generale per disporre la restituzione della somma versata e/o per comunicare l’importo economico dei danni subiti e, quindi, per le trattenute a titolo di risarcimento del danno.

Qualora venga concesso dall’Agenzia il patrocinio per manifestazioni e/o eventi rientranti tra le finalità istituzionali, potrà essere fornito il trasporto delle piante e l’allestimento degli spazi dedicati a cura del personale Forestas.
In tale ultimo caso, non sarà necessario richiedere il versamento del deposito cauzionale o l’accensione di una fidejussione.

Ricapitolando: COME PRESENTARE RICHIESTA O ISTANZA 

  1. RICHIESTE A TITOLO ONEROSO: è richiesta la compilazione dell'allegato C che dovrà essere indirizzata al Servizio Territoriale di competenza
  2. RICHIESTE A TITOLO PROMOZIONALE: gli interessati dovranno presentare al Servizio territorialmente competente la richiesta (allegato D) indicando il programma di massima corredato dalla necessaria documentazione (relazione, elaborati grafici, titolo di possesso dei terreni ecc.) per consentirne l’istruttoria; in seguito la pratica sarà trasmessa alla Direzione Generale per il nulla osta definitivo.
  3. RICHIESTE A TITOLO GRATUITO: gli interessati dovranno presentare al Servizio territoriale competente la richiesta (allegato G) indicando il titolo per il quale l’Agenzia può procedere alla cessione gratuita (tra quelli previsti).  L’Istanza dovrà essere presentata in bollo, salvo i casi di esenzione previsti dalla legge.
  4. RICHIESTE A TITOLO DI COMODATO D’USO GRATUITO E TEMPORANEO A PRIVATI ED ENTI PUBBLICI: i soggetti interessati dovranno presentare richiesta (allegato E).

Qualora la richiesta sia accolta positivamente, si dovrà provvedere al versamento sul c/c bancario dedicato, di un deposito cauzionale pari al 100% del valore del bene concesso o, in alternativa, costituire una fidejussione con validità di almeno 60 gg. dalla data della scadenza della manifestazione, per l’importo complessivo del valore delle piante concesse in comodato.

Gli oneri per il carico e il trasporto dal vivaio di consegna al luogo di utilizzo e ritorno saranno a carico del richiedente.

Per gli Enti Pubblici, le istituzioni civili e militari, gli enti Morali, le istituzioni religiose, le Associazioni ambientaliste, di Volontariato e O.N.L.U.S , si applica la medesima procedura con una franchigia riferita al valore delle piante richieste sino a € 2.500,00, entro la quale non dovrà essere prodotta nessuna polizza fideiussoria o depositata alcuna cauzione.

MODULISTICA

TEMPISTICA DEL PROCEDIMENTO

30 giorni è il termine massimo per la conclusione del procedimento.

Vendite a titolo promozionale

L'articolo 9 del Regolamento prevede la possibilità di vendita promozionale (utilizzando Allegato D) delle sole piante in fito-contenitore e/o in vasetto rigido, prodotte nel primo o secondo anno. Nei seguenti casi il prezzo è fissato in € 0,60/cadauna + IVA di legge

Enti Pubblici: per un numero minimo di 100 e un massimo di 300 pezzi per anno solare  nei seguenti casi:

  • per interventi di miglioramento del verde urbano, arredo stradale e parchi urbani;
  • per il risarcimento delle fallanze (nella misura 30 piantine per anno solare nei due anni successivi).

Privati: per un numero minimo di 50 e un massimo di 300 pezzi per singolo privato e per anno solare, , esclusivamente di piantine di specie autoctone o naturalizzate in Sardegna, in fito-contenitore e/o in vasetto rigido, prodotte nel primo o secondo anno, nei seguenti casi:

  • per interventi di rimboschimento, di rinaturalizzazione e recupero ambientale di aree degradate e frangivento;
  • per il risarcimento delle fallanze nella misura 30 piantine (per anno solare) nei due anni successivi.

 

DOVE -  A CHI RIVOLGERSI per avere INFORMAZIONI

Consulta l'elenco dei vivai e punti vendita (aggiornato al 18 settembre 2017)
Tutte le richieste (a qualunque titolo vengano effettuate) devono pervenire ai Servizi Territoriali competenti per territorio, ad eccezione delle richieste di patrocinio, che devono essere indirizzate direttamente alla Direzione Generale.
Per le forniture a titolo oneroso, il ritiro del materiale di propagazione forestale è consentito dalle ore 8 alle 12, dal lunedì al venerdì per tutto l’arco dell’anno, mentre, per quelle a titolo promozionale destinate alla piantagione senza supporto dell'irrigazione, la consegna avverrà dal 1 novembre al 30 di aprile. 
 
ATTENZIONE: I vivai, per esigenze tecniche e organizzative, possono apportare modifiche sugli orari e giorni di consegna, eventuali variazioni saranno indicate nella conferma della prenotazione.
L'acquirente dovrà a proprie spese provvedere al carico e trasporto delle piante dal vivaio al luogo di destinazione.

Per informazioni

oppure

  • Ufficio per le relazioni con il pubblico (URP) della Direzione Generale Forestas - Telefono: 070.2799299   urp@forestas.it

ORARI: dal Lunedì al Venerdì (dalle 11 alle 13) ed inoltre, il martedì e mercoledì pomeriggio (dalle 16 alle 17).

 

STRUTTURA TITOLARE DEL PROCEDIMENTO

Il Responsabile del procedimento per la vendita e cessione del materiale di propagazione forestale è il dirigente responsabile delle strutture territoriali.

COSTI ed oneri, Pagamenti

Questo è il PREZZARIO REGIONALE approvato a giugno 2017 dal Direttore Generale.

Il pagamento del materiale potrà essere effettuato attraverso:

  • P.O.S. presso i servizi territoriali ed i vivai
  • BONIFICO SU CONTO CORRENTE BANCARIO (questi i dati dei nuovi conti dell'Agenzia)  intestato a: Agenzia Forestale Regionale per lo Sviluppo del Territorio e dell’Ambiente della Sardegna - FoReSTAS
  • CONTO CORRENTE POSTALE  Intestazione: Agenzia Forestas – Viale Merello 86 – Cagliari - Numero conto: 23417074
  • Il pagamento può essere eseguito anche mediante POS (con bancomat e/o carta di credito) direttamente nei servizi territoriali se dotati di tale servizio funzionante; è preferibile verificarne l’esistenza o il funzionamento prima di recarsi sul posto, contattando la sede.

ATTI CHE REGOLANO IL PROCEDIMENTO

ATTO ORGANIZZATIVO per la vendita di PIANTINE approvato con Determinazione DG n. 50 del 9.6.2017 e relativi ALLEGATO A (PREZZARIO REGIONALE ) ed ALLEGATO B (elenco specie coltivate ) ed Allegati A-G (modulistica) .

Contatti