La mission di Fo.Re.S.T.A.S.

Ultimo aggiornamento: 
17/05/2019
Pino Marittimo, dettaglio (foto di C.Mascia)

Come stabilito al comma 2 dell'art. 35 della Legge Regionale Forestale (Legge 8 del 27 aprile 2016) L'Agenzia ha per missione l'attuazione dei programmi in campo forestale-ambientale.

Fo.Re.S.T.A.S. opera quindi in conformità con le direttive della Giunta regionale e, nell'ambito degli indirizzi contenuti negli strumenti per la pianificazione e la programmazione supporta la Regione sui temi della gestione forestale ambientale, della multifunzionalità del bosco e della tutela del paesaggio forestale e rurale, della Ricerca e del trasferimento tecnologico.

Rientrano nella mission dell'Agenzia lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio forestale e faunistico del territorio regionale, nonché la creazione e diffusione di una cultura che contempli valori naturalistici, storici e culturali propri della Sardegna.
Questi obiettivi, estremamente attuali nelle nuove politiche di gestione dell'ambiente naturale, abbracciano un campo molto vasto di tematiche.

In AMBITO FORESTALE, gli obiettivi perseguiti, sono quindi tesi alla gestione sostenibile delle foreste, attraverso opere di sistemazione idraulico-forestale e di rimboschimento atte a garantirne la fruibilità e la tutela.
In tale contesto assume enorme importanza l’attività di prevenzione e lotta agli incendi, fenomeno che nella nostra Isola assume dimensioni impressionanti, e contro il quale la Regione concentra annualmente parte cospicua delle proprie risorse umane e logistiche.

In AMBITO FAUNISTICO gli obiettivi sono rivolti a preservare le popolazioni autoctone a rischio di estinzione: lo studio e la sperimentazione, anche nell'ambito di progetti LIFE e varie altre cooperazioni internazionali, giocano un ruolo chiave nella conservazione del patrimonio così come l’allevamento delle specie da destinare al ripopolamento e la gestione sanitaria dei selvatici, sia dal punto di vista terapeutico che sul controllo delle malattie, attuate dall'Agenzia attraverso i Centri per l'Allevamento ed il Recupero della Fauna Selvatica (CARFS) ove operano i veterinari dell'Agenzia.

La foresta ed il paesaggio diventano così una risorsa in grado di garantire il mantenimento di zone rurali vive e dinamiche, sviluppandone l'economia e valorizzandone le specifiche risorse. A tal proposito la nuova Politica Agricola Comune (P.A.C.) prevede politiche di sviluppo rurale coerenti, globali e integrate, che tengano conto della varietà di esigenze del mondo rurale, delle aspettative della società attuale e degli imperativi ambientali. 

ARTICOLAZIONE DELLA PIANIFICAZIONE FORESTALE

La pianificazione forestale è articolata sui tre livelli:

  1. REGIONALE, mediante il Piano forestale ambientale regionale (PFAR);
  2. TERRITORIALE, su scala di distretto, mediante i Piani forestali territoriali di distretto (PFTD);
  3. PARTICOLAREGGIATO, su scala aziendale, declinato tramite i Piani forestali particolareggiati (PFP).
Categoria: